drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Mostre | Varia | Televisioni | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti

cerca in vai

4-28 giugno 2009 Festival

 Il Napoli Teatro Festival Italia, alla sua seconda edizione, presenta dal 4 al 28 giugno 2009, in 33 spazi, teatrali e non, della città partenopea più di 250 rappresentazioni con la partecipazione di 2500 artisti. Quest’anno il Festival si propone come centro di promozione e produzione teatrale con 20 nuove creazioni, in parte commissionate, e 28 testi originali. Oltre 40 gli spettacoli in coproduzione con teatri e Festival di tutto il mondo dalla Germania alla Francia, dalla Spagna al Portogallo, dalla Gran Bretagna all’Argentina, da Singapore agli Stati Uniti.

Il Napoli Teatro Festival Italia ha preso il via già nei giorni scorsi. A Berlino ha inaugurato il progetto Working for Paradise che proseguirà a Napoli in giugno (dal 7 al 21 giugno) presso il  Liceo Artistico Statale di Napoli e il 12 giugno presso il Cinema Filangieri. Il laboratorio teatrale  è stato curato dal regista Matthias Langhoff  con la partecipazione di attori e registi italiani e tedeschi. Nel mese di aprile andrà in scena al Traverse Theatre di Edimburgo Interiors, spettacolo diretto da Matthew Lenton ispirato a L’Intérieur di Maurice Maeterlinck,  una coproduzione del Napoli Teatro Festival Italia che vedrà protagonista un cast di attori italiani e inglesi. Uno spettacolo pensato durante la prima edizione del festival nel corso di un laboratorio realizzato da Lenton con lo scrittore Manlio Santanelli. Dopo Edimburgo, debutterà al Lyric Hammersmith di Londra, al Tron Theatre di Glasgow e poi arriverà a Napoli.

A maggio, a Singapore debutterà lo spettacolo Le città visibili di Chay Yew con la  regia di Giorgio Barberio Corsetti, una coproduzione del Napoli Teatro Festival Italia con il Singapore Arts Festival. Ispirato a Le città invisibili di Italo Calvino, lo spettacolo con artisti italiani e orientali sarà allestito attraverso vari linguaggi della scena, dalla danza e delle maschere.

In programma al Teatro San Carlo (4 - 6 giugno) L’Européenne di  e con la regia di David Lescot. Al Teatro Mercadante (5 -7 giugno) Pièce noire di  e con la  regia di Enzo Moscato. Al Real Albergo dei Poveri (6, 7, 9, 10 - 14 giugno) Le città visibili di Chay Yew e con la regia di Giorgio Barberio Corsetti. Nei Sotterranei di Via Chiaia (9 - 21 giugno) Monaciello di e con la regia di Andy Arnold. Al Teatro Sannazaro  (10 - 14 giugno) Interiors ideazione e regia Matthew Lenton ispirato a L’Intérieur di Maurice Maeterlinck. Al Convitto Vittorio Emanuele II (11 - 18 giugno) Parole per la terra coordinamento artisticoCarlo Presotto. Nella Napoli Sotterranea in  Piazza San Gaetano (18 - 21, dal 23  al 28 giugno) Napoli. Primo passo nelle città di sotto di Muta Imago. All’ Accademia di Belle Arti di Napoli (18 - 27 giugno) ROOF a live movie di Rodrigo Pardo con la regia Rodrigo Pardo. Al Real Albergo dei Poveri (19 - 21 giugno) Alberi adagiati sulla luce di Adoniscon la regia di Franco Scaldati. Al Convitto Vittorio Emanuele II (23 - 28 giugno) Journeys  of  love and more love di Motiroti e con la regia Ali Zaidi. Al Teatro San Ferdinando Teatro Stabile di Napoli (24 - 27 giugno) Made in Naples coreografia di Karole Armitage. Al Teatro Augusteo (9 - 11 giugno) L’apocalisse rimandata ovvero benvenuta catastrofe di Dario Fo con la regia di Giulio Cavalli.

Al Teatro Mercadante Teatro (12 - 14 giugno) Fedra da Euripide adattamento e  regia di Miguel Narros. Alla Galleria Toledo (12 - 14 giugno) Lo Sposalizio di Raffaele Viviani e con la regia di Laura Angiulli. Al Teatro di San Carlo (13 - 14 giugno) Trilogia della Villeggiatura di Carlo Goldoni e la riscrittura di Letizia Russo e Antonio Latella e con la regia di Antonio Latella. Al Teatro San Ferdinando Teatro Stabile di Napoli (13 - 16 giugno) Nel mondo grande e terribile di Antonio Tarantino e con la regia di Daniele Salvo. Al Teatro Totò (16 - 22 giugno) Elisabetta e Limone di Juan Rodolfo Wilcock con l’adattamento e la regia di Sergio Longobardi. All’ Auditorium Domenico Scarlatti della Rai (25 - 27 giugno) Riesenbutzbach. Eine Dauerkolonie di Christoph Marthaler e Anna Viebrock con la regia di Christoph Marthaler. Al Teatro di San Carlo (26 giugno) La Partenope di Leonardo Vinci con la regia di  Gustavo Tambascio e  la direzione d’orchestra di Antonio Florio.

Tra le partecipazioni al Festival in vari spazi della città  dal 4 al 10 giugno Homem Refluxo di Peri Pane. Al Teatro San Ferdinando (5 7 giugno) Identificazione di una Donna con la coreografia  di Claudio Bernardo. Al Teatro Nuovo (5- 6 giugno) W Niatri di Fabrizio Ferracane, Daniele Pilli, Michele Riondino, Gaspare Balsamo. Agli Scavi del Teatro romano (5- 14 giugno) Alla scoperta del teatro sommerso. Percorsi, visioni, performance di Ettore Massarese. Al teatro Nuovo (9-11 giugno) Music Hall di Jean-Luc Lagarce con la regia Luis Miguel González Cruz. Al Real Albergo dei Poveri (11 13 giugno) SADE: Opus Contra Naturam, Voyage en Italie, Napoli dai testi di Marchese D. A. F. de Sade,  adattamento e regia  di Enrico Frattaroli. Al Teatro Nuovo (16-17 giugno) Purgatório di Joris Lacoste e con la regia di Martim Pedroso.  All’ Auditorium Domenico Scarlatti della Rai (18- 19 giugno) In Front of The Embassy Gate, The Night Was Long di Issa Makhlouf, e Nidal Al Achkar e con la regia di Nidal Al Achkar. Al Teatro Sannazaro (18 -20 giugno) Tosca di Jana Pavlic e con la regia di Matej Filipcic. Al Teatro Sannazaro (18 20 giugno) Lalala... di Jana Pavlic e con la regia di  Matej Filipcic. Al Teatro Mercadante Teatro Stabile di Napoli (19 21 giugno) Waiting for Orestes: Electra da Euripide con la regia di Tadashi Suzuki. Al Teatro di San Carlo (20-21 giugno) Le Carnaval Baroque ideazione di Vincent Dumestre e con la regia di Cécile Roussat. Al Teatro Bellini (23 25 giugno) Le ultime sette parole di Caravaggio scrittura e regia di Ruggero Cappuccio. Nella Chiesa Donnaregina Vecchia (24 -25 giugno) Ecuba di Euripide regia Carlo Cerciello con Isa Danieli. Al Teatro Nuovo (25 27 giugno) Mi vida gira alrededor de 500 metros di Inmaculada Alvear con la regia  di Luisma Soriano. Al teatro del Astillero (Spagna) Music-hall diJean-Luc Lagarce e con la regia diLambert Wilson dal 26 al 28 giugno.

Tra i testi commissionati dal Napoli Teatro Festival ItaliaVenduto. La storia interrotta del Banco di Napoli di Franco Bonelli, Anna Lucia Denitto e Giovanni Ferri; Mezza porta di Colum McCann; La guerre des anges di Eugène Savitzkaya; Diciotto carati di Antonio Skármeta e  Napoli non si misura con la mente di Manlio Santanelli.

Va ricordato che gli organizzatori del Festival si propongono di realizzare un progetto di Archivio Digitale del Teatro Contemporaneo, quale centro di documentazione digitale di interesse nazionale e internazionale per lo studio dell’attività teatrale degli ultimi trent’anni. Il Festival con “Intrapresa” ha varato un progetto pilota di sostegno allo sviluppo di imprese culturali  con il quale intende fornire un orientamento delle esperienze artistiche e produttive attive nel Sud Italia.

La produzione del festival con l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, nell’ambito della seconda edizione della Euro Mediterranean Summer School promossa dalla Emuni University, organizza la “Summer School  in Tradition and New Creativity in the Performing Arts”, un progetto di specializzazione professionale teatrale che si realizzerà a Napoli nel mese di giugno 2009 e che vedrà tra i 15 partecipanti, ragazzi provenienti da Italia, Israele e Palestina.


 
logo del festival
 

 

 

 

 

 

Per informazioni:
tel/fax: 08119560383
www.napoliteatrofestival.it




 



 
Firenze University Press
tel. (+39) 055 2757700 - fax (+39) 055 2757712
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013