Carla Bino
Dal trionfo al pianto

La fondazione del “teatro della misericordia” nel Medioevo (V-XIII secolo)

Vita e Pensiero, Milano, 2008, pp. 466, € 35,00
ISBN 978-88-343-1628-3

Data di pubblicazione su web 12/12/2008

copertina
Il volume indaga le ragioni storiche che sostanziano la rappresentazione della passione e della crocefissione di Cristo nel Medioevo, a partire dall'epoca constantiniana sino alla spiritualità francescana. Il saggio propone una lettura del teatro passionista medievale come «drama», ossia come azione che accade in presenza, stabilisce relazioni e diviene esperienza. Lo studio prende in esame diverse modalità della rappresentazione connettendo l'arte figurativa, la letteratura poetica e meditativa, le cerimonie liturgiche sino alle prime forme drammatiche, analizzandone la funzione sullo sfondo del pensiero teologico e della spiritualità coevi. In questo quadro i diversi significati che la passione di Cristo assume nel corso dei secoli sono letti in rapporto al mutamento tanto dell'iconografia quanto della drammaturgia passionista, il cui ordine sembra influenzato dalle tecniche proprie della meditazione e rimanda da un lato alla funzione memorativa delle immagini e del rito, dall'altro al significato stesso della rappresentazione intesa come ri-presentazione qui ed ora della realtà del sacrificio di Dio. Ne emerge la centralità della «drammaturgia delle lacrime» che, nel corso del XII secolo, esprime una sorta di rapporto parentale del fedele con Cristo mediato dalla presenza, del tutto nuova, della figura di Maria sulla scena del Golgota, cui sono connessi i mutamenti dello schema narrativo della passione sino alle prime forme di dramma passionista. Grazie al concetto di sequela proprio del francescanesimo il processo di rivoluzione drammaturgica si compie nel senso di un'identificazione mimetica che, insieme al senso profondo della storia, pone le basi per il realismo antispettacolare proprio del “teatro della misericordia” dei laici, il quale già in nuce nei riti e nelle pratiche devote delle confraternite del primo Trecento, fiorirà compiutamente solo verso la fine del secolo.


Dal trionfo al pianto

Indice

Leggi l'introduzione


Indice

 

Prefazione di Claudio Bernardi

Ringraziamenti

Introduzione

 

CAPITOLO 1. IL SEGNO DELLA SALVEZZA E LA VITTORIA CHE REDIME

1.1  Lo scandalo di un Dio crocefisso: immagini topologiche e silenzio del Golgota

1.2  Teofanie, visioni, invenzioni: la “vera croce” e il suo culto

1.3  Il racconto della passione tra esegesi ed elaborazione poetica: il Carmen Paschale di Sedulio

1.4  Immagini della crocefissione

 

CAPITOLO 2. DALLA BATTAGLIA AL SACRIFICIO

2.1 L’eroe e la croce

2.2 Il “mistero” della croce

2.3 Il corpo di Dio

2.4 Il culto della croce

2.5 Il corpo di Dio, sanguina

 

CAPITOLO 3. DAL GIUDIZIO ALLA PIETÀ

3.1 Coram vobis

3.2 Contro il corpo

3.3 Corpo “vivi”

3.4 La scena mentale della passione

            3.4.1 Scrivere sul corpo la memoria della croce. Pier Damiani

            3.4.2 Lo sguardo paterno e l’incipit compati: Giovanni da Fécamp

            3.4.3 La svolta affettiva e il pianto d’amore: Anselmo d’Aosta

 

CAPITOLO 4. PASSIONE E COMPASSIONE

4.1 Dal “vedere” al “sentire”

4.2 L’antropologia affettiva: l’abbraccio, il bacio, la cura

            4.2.1 La passione come amore del cuore: Bernardo di Chiaravalle

            4.2.2 La passione come teatro del cuore: Aelredo di Riveaulx

            4.2.3 Scena d’amore: le deposizioni lignee

4.3 La risposta dell’amore di Dio: il dolore di Maria e le sue lacrime

            4.3.1 Il planctus

4.4 La passione sulla scena

            4.4.1 La passione di “Montecassino”

            4.4.2 I Ludi de Passione Domini del codice Benediktenbeuern

 

CAPITOLO 5. IL TEATRO DELLA MISERICORDIA

5.1 La rivoluzione drammaturgica delle lacrime

5.2 “Ecce Homo”

5.3 “Christo confixus sum crucis”

5.4 Il “Vir dolorum”

5.5 L’ “historia pietatis”

5.6 Pianger la passione

 

Indice delle figure

Indice dei nomi

Bibliografia