drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Mostre | Varia | Televisioni | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti

cerca in vai

Teatro della Pergola di Firenze. Stagione 2004-2005 Cartelloni

Anche quest'anno la stagione teatrale del Teatro della Pergola si apre con un'opera verdiana, La Traviata, nell'allestimento di Franco Zeffirelli (19-25 settembre), e continua con un cartellone ricco ed eterogeneo che spazia dai 'classici' della drammaturgia europea alle creazioni più nuove del teatro contemporaneo, alla ricerca di uno scambio proficuo tra tradizione e innovazione.

Il programma della Sala si apre con Napoli Milionaria di Eduardo De Filippo, uno spettacolo che ha già riscosso un notevole successo nella scorsa stagione soprattutto grazie all'interpretazione dei due protagonisti, Luca De Filippo e Mariangela D'Abbraccio (5-13 ottobre). Alla drammaturgia italiana sono dedicati anche i due spettacoli successivi, Sei personaggi in cerca d'autore, diretto da Carlo Cecchi (15-24 ottobre), e Paolo Borsellino essendo stato, scritto e diretto da Ruggiero Cappuccio (2-10 novembre).

Tra novembre e gennaio si alterneranno sul palcoscenico della Sala opere di grandi autori europei: Pigmalione di G. B. Shaw per la regia di Roberto Guicciardini (12-21 novembre), La brocca rotta di Heinrich von Kleist diretto da Cesare Lievi (10-19 dicembre) e A piedi nudi nel parco di Neil Simon nell'allestimento di Gianluca Guidi (27 dicembre 2 gennaio). Da segnalare in particolare lo spettacolo diretto da Massimo Castri, Spettri di Ibsen, che avrà come interprete Valeria Moriconi (26 novembre 5 dicembre).
Giulietta
Giulietta

Il 2005 si apre con La visita della vecchia signora di Dürrenmatt diretto da Armando Pugliese (4-9 gennaio) seguito da Il Giuocatore di Carlo Goldoni, per la regia di Giuseppe Patroni Griffi, che avrà tra gli interpreti attori quali Franca Valeri e Urbano Barberini (14-23 gennaio). Giorgio Panariello sarà invece protagonista di Il borghese gentiluomo di Molière nell'allestimento di Giampiero Solari (28 gennaio 6 febbraio). A febbraio torna l'esuberante Paolo Poli con la commedia tratta da Thornton Wilder, Il ponte San Luis Rey, di cui Poli è autore, regista ed interprete (11-20 febbraio).

La stagione si chiude all'insegna dell'eterogeneità: si passerà da Sesso e bugie di Woody Allen, di e con Attilio Corsini (25 febbraio 6 marzo), a Le Trachinie di Sofocle nell'adattamento in inglese di Ezra Pound, per la regia di Giancarlo Nanni (11-20 marzo), e infine nuovamente a Goldoni con Memoires di Maurizio Sciaparro (5-10 aprile).

Maggiormente improntato sulla drammaturgia contemporanea è il programma del Saloncino che si apre con l'ultima produzione della compagnia Lombardi Tiezzi, frutto della proficua collaborazione tra Federico Tiezzi e il poeta Mario Luzi: Viaggio terrestre e celeste di Simone Martini, scritto da Luzi e interpretato da Sandro Lombardi e David Riondino (26-28 ottobre). Di Ugo Chiti è invece Oberon, un dramma che, partendo dal tema dell'omosessualità, si presenta come una riflessione sull' 'alterità' e sul delicato rapporto con il 'diverso' (regia di Lorenzo Amato, 23-25 novembre).

Tra gli spettacoli più interessanti della stagione si segnalano La lezione di Ionesco, diretto ed interpretato da Paolo Graziosi (21-23 dicembre); Giulietta, tratto da un racconto di Federico Fellini, allestito da Valter Malosti ed interpretato da Michela Cescon (8-10 febbraio); ed infine lo spettacolo di Marion d'Amburgo e Lucia Ragni Pupa regina opere di fango di Franco Scaldati, uno dei maggiori esponenti europei del teatro di poesia contemporaneo (25-27 gennaio).

Alfonso Santagata, uno dei registi più innovatori della scena italiana, torna alla tradizione del teatro di prosa con un progetto triennale dedicato ad Edoardo de Filippo che si inaugura con Quali Fantasmi, al Saloncino dall'8 al 10 febbraio. Dal panorama contemporaneo europeo proviene invece Faccia di fuoco di Marius von Mayenburg, un giovanissimo drammaturgo tedesco che ha già riscosso un notevole successo sia in Germania che all'estero (regia di Adriana Martino, 22-24 marzo). La stagione del Saloncino si chiude con una produzione del Teatro Metastasio Stabile della Toscana, Zavattini!, liberamente tratto dall'opera di Cesare Zavattini e diretto da Maria Cassi che sarà anche interprete insieme a Leonardo Brizzi.

 
logo
Teatro della Pergola di Firenze


Info




Paolo Poli
Paolo Poli

 

 
Firenze University Press
tel. (+39) 055 2757700 - fax (+39) 055 2757712
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013