drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Mostre | Varia | Televisioni | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti
cerca in vai

Lubo / Kobieta Z... / Holly

La redazione
  Lubo / Kobieta Z... / Holly
Data di pubblicazione su web 06/09/2023  

Lubo

Lubo è un nomade, un artista di strada che nel 1939 viene chiamato nell’esercito elvetico a difendere i confini nazionali dal rischio di un’invasione tedesca. Poco tempo dopo scopre che sua moglie è morta nel tentativo di impedire ai gendarmi di portare via i loro tre figli piccoli, che, in quanto Jenisch, sono stati strappati alla famiglia, secondo il programma di rieducazione nazionale per i bambini di strada (Hilfswerk für die Kinder der Landstrasse). Lubo sa che non avrà più pace fino a quando non avrà ritrovato i suoi figli e ottenuto giustizia per la sua storia e per quella di tutti i diversi come lui.

Proiezioni

Giovedì 7 settembre, ore 08:15, Sala Darsena

Giovedì 7 settembre, ore 10:45, Sala Grande

Giovedì 7 settembre, ore 18:45, Sala Grande

Giovedì 7 settembre, ore 19:45, PalaBiennale

Venerdì 8 settembre, ore 10:15, PalaBiennale


Una scena di Lubo  Biennale Cinema
Una scena di Lubo 
Biennale Cinema

Giorgio Diritti

Formatosi in ambito prettamente italiano, sotto la guida di autori come Pupi Avati, Federico Fellini ed Ermanno Olmi, realizza il suo primo cortometraggio nel 1990, prima di debuttare, dopo altri quattro corti, un film per la televisione e due documentari, dietro la macchina da presa di un lungometraggio nel 2005, Il vento fa il suo giro che ottiene cinque candidature ai David di Donatello nel 2008. La sua opera seconda, L’uomo che verrà (2009), vince tre premi al Festival Internazionale del Film di Roma, ed altrettante candidature e una vittoria ai Nastri d’Argento del 2010. Successivamente gira Un giorno devi andare (2013) e Volevo nascondermi (2020), interpretato da Elio Germano, la cui performance gli vale l’Orso d’Argento al Festival del cinema di Berlino.



Kobieta Z

Sullo sfondo della trasformazione della Polonia nel passaggio dal comunismo al capitalismo, Kobieta z... attraversa quarantacinque anni della vita di Aniela Wesoły, raccontando il suo percorso alla ricerca della libertà come donna trans. La protagonista affronta difficoltà in famiglia e situazioni complicate nell’ambiente dove vive. Quali scelte dovrà fare Aniela per diventare chi è veramente?

Proiezioni

Giovedì 7 settembre, ore 19:45, Sala Darsena

Giovedì 7 settembre, ore 21:45, Sala Perla

Venerdì 8 settembre, ore 16:15, Sala Grande

Sabato 9 settembre, ore 14:30, Sala Casinò


Un'immagine da Kobieta Z...  Biennale Cinema
Un'immagine da Kobieta Z... 
Biennale Cinema

Małgorzata Szumowska

Laureatasi presso la Scuola nazionale di cinema, televisione e teatro Leon Schiller di Łódź che tra i suoi alumni annovera Roman Polanski e Krysztof Kieslowski realizza il suo primo lungometraggio nel 2001, Szczęśliwy człowiek (Happy Man), che le vale una candidatura agli European Film Award, oltre all’ingresso all’Accademia del Cinema Europeo divenendone membro. Tra i suoi film, 33 sceny z ycia (2008), con il quale vince quattro premi ai Polish Film Awards, Elles (2011), In the name of (2013) e Cialo (Corpi, 2015), che le conferisce l’Orso d’Argento alla miglior regia alla Berlinale.

Michał Engler

Laureato alla Scuola nazionale di cinema, televisione e teatro Leon Schiller di Łódź, è il direttore della fotografia di Małgorzata Szumowska dal 2013, che ha affiancato alla regia dall’ultimo film del 2020 Non cadrà più la neve.



Holly

La quindicenne Holly chiama la scuola dicendo che quel giorno resterà a casa. Poco dopo nell’istituto scoppia un incendio in cui muoiono diversi studenti. L’intera comunità, colpita dalla tragedia, si riunisce per cercare consolazione. Anna, una delle docenti, è affascinata dalla strana premonizione di Holly e la invita a far parte del suo gruppo di volontari. La sola presenza di Holly trasmette tranquillità, calore e speranza. Presto però tutti vogliono incontrarla e sentire l’energia catartica che emana da lei, chiedendo alla ragazza sempre di più.

Proiezioni

Giovedì 7 settembre, ore 08:30, Sala Grande

Giovedì 7 settembre, ore 11:45, Sala Darsena

Giovedì 7 settembre, ore 16:30, Sala Grande

Giovedì 7 settembre, ore 22:45, PalaBiennale

Venerdì 8 settembre, ore 08:00, PalaBiennale


Una scena di Holly  Biennale Cinema
Una scena di Holly
Biennale Cinema

Fien Troch

Dopo essersi diplomata alla LUCA School of Arts di Bruxelles nel 2000, debutta alla regia di un lungometraggio nel 2005 con Someone Else’s Happiness, nominato e premiato in vari festival internazionali, così come le sue opere successive Unspoken (2008) e Kid (2012). Home (2016), presentato alla 73^ Mostra internazionale d’arte cinematografica, ha vinto il premio per la Miglior regia nella sezione Orizzonti.




Venezia 2023
(07/09)

Lubo
cast cast & credits
 
Kobieta Z...
cast cast & credits
 
Holly
cast cast & credits
 












































Giorgio Diritti
Giorgio Diritti





































































Małgorzata Szumowska
Małgorzata Szumowska

Michał Englert
Michał Englert

















































Fien Troch
Fien Troch
 
Firenze University Press
tel. (+39) 055 2757700 - fax (+39) 055 2757712
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013