drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Mostre | Varia | Televisioni | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti
cerca in vai

Enea / Zielona granica (Il confine verde)

La redazione
  Enea / Zielona granica (Il confine verde)
Data di pubblicazione su web 04/09/2023  

Enea 

Enea rincorre il mito che porta nel nome: lo fa per sentirsi vivo in un’epoca morta e decadente. Lo fa insieme a Valentino, aviatore appena battezzato: i due, oltre allo spaccio e alle feste, condividono la giovinezza. Amici da sempre, vittime e artefici di un mondo corrotto, ma mossi da una vitalità incorruttibile. Oltre i confini delle regole, dall’altra parte della morale, c’è un mare pieno di umanità e simboli da scoprire: Enea e Valentino ci voleranno sopra fino alle più estreme conseguenze. Tuttavia droga e malavita sono l’ombra invisibile di una storia che parla d’altro: un padre malinconico, un fratello che litiga a scuola, una madre sconfitta dall’amore e una ragazza bellissima, un lieto fine e una lieta morte, una palma che cade su un mondo di vetro. È in mezzo alle crepe della quotidianità che l’avventura di Enea e Valentino lentamente si assolve. Un’avventura che agli altri apparirà criminale, ma che per loro è, prima di tutto, un’avventura d’amicizia e d’amore. 

Proiezioni: 

martedì 5 settembre, ore 08:30, Sala Darsena 

martedì 5 settembre, ore 11:30, Sala Grande 

martedì 5 settembre, ore 19:15, Sala Grande 

martedì 5 settembre, ore 20:00, PalaBiennale 

mercoledì 6 settembre, ore 11:00, PalaBiennale


Una scena di Enea
Biennale Cinema 

Pietro Castellitto 

Attore, regista, sceneggiatore e scrittore (Roma, 1991), Castellitto ha esordito al cinema all’età di tredici anni nel film del padre Sergio Non ti muovere (2004). Nel 2019 ha vinto il premio Guglielmo Biraghi ai Nastri d’argento per l’interpretazione del personaggio di Secco ne La profezia dell’armadillo (2018). Il suo primo film da regista e sceneggiatore è I predatori (2020), vincitore del premio Orizzonti per la miglior sceneggiatura alla Mostra di Venezia del 2020, di un David di Donatello e di un Nastro d’argento nel 2021 (premio miglior regista esordiente). 

 

Zielona granica (Il confine verde) 

Nelle insidiose foreste paludose che costituiscono il cosiddetto “confine verde” tra Bielorussia e Polonia, i rifugiati provenienti dal Medio Oriente e dall’Africa che cercano di raggiungere l’Unione Europea si trovano intrappolati in una crisi geopolitica cinicamente architettata dal dittatore bielorusso Aljaksandr Lukašėnko. Nel tentativo di provocare l’Europa, i rifugiati sono attirati al confine dalla propaganda che promette un facile passaggio verso l’Unione. Pedine di questa guerra sommersa, le vite di Julia, un’attivista di recente formazione che ha rinunciato a una confortevole esistenza, di Jan, una giovane guardia di frontiera, e di una famiglia siriana si intrecciano. 

Proiezioni 

martedì 5 settembre, ore 08:30, Sala Grande 

martedì 5 settembre, ore 11:00, Sala Darsena 

martedì 5 settembre, ore 16:15, Sala Grande 

martedì 5 settembre, ore 22:00, PalaBiennale 

mercoledì 6 settembre, ore 08:00, PalaBiennale



Una scena di Il confine verde
Biennale Cinema 

Agnieszka Holland 

Regista polacca (Varsavia, 1948), ha esordito alla regia all’inizio degli anni Settanta. Il suo primo film di successo è stato Attori provinciali (1978). Ha poi ottenuto due candidature all’Oscar con Raccolto amaro (1985) nella categoria miglior film straniero e Europa Europa (1990), per la migliore sceneggiatura non originale.


Venezia 2023
(05/09)

Enea
cast cast & credits
 
Zielona granica (il confine verde)
cast cast & credits
 
















































Pietro Castellitto






















































Agnieszka Holland

 
Firenze University Press
tel. (+39) 055 2757700 - fax (+39) 055 2757712
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013