drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Mostre | Varia | Televisioni | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti
cerca in vai

Albatros / Babardeala cu bucluc sau porno balamuc / Fabian oder Der Gang vor die Hunde

La redazione
  Albatros / Babardeala cu bucluc sau porno balamuc / Fabian oder Der Gang vor die Hunde
Data di pubblicazione su web 27/02/2021  

Albatros (Drift Away)

Dopo dieci anni di fidanzamento, Laurent chiede la mano di Marie. A suggellare il loro amore c’è anche la piccola Paulette. Se sul fronte famigliare tutto procede a gonfie vele, il lavoro, che pure Laurent ama, comincia a impensierirlo. A capo della polizia di una pittoresca cittadina in Normandia, l’uomo passa dal confrontarsi con i piccoli problemi di ordine pubblico della provincia (il regista stesso appare in un bel cammeo come un ubriaco guastafeste portato via a forza dal protagonista) a crimini man mano più gravi: dagli abusi su minori al terribile suicidio di un parigino buttatosi giù dalla scogliera. Fin quando Laurent non perde definitivamente il controllo. 

Con Albatros, Xavier Beauvois si conferma magistrale osservatore di emozioni: della tensione tra responsabilità e perdita di controllo, ma anche della profondissima presenza di un desiderio di morte. Il tutto reso con un inconfondibile stile, grazie anche alla strepitosa interpretazione di Jérémie Renier.

una scena del film Albatros
Una scena di Albatros
Guy Ferrandis

Xavier Beauvois 

Regista, attore e sceneggiatore nato in Francia nel 1967, è stato assistente alla regia di André Téchiné e Manoel de Oliveira. Da regista ha poi ricevuto numerosi riconoscimenti e premi per film quali North, Don’t Forget You’re Going to Die e The Young Lieutenant. Con Of Gods and Men interpretato da Lambert Wilson e Michael Lonsdale ha inoltre ricevuto un buon successo di pubblico e critica, vincendo il Gran Premio Speciale della Giuria al Festival di Cannes e il Premio César per il miglior film.

 

Babardeală cu bucluc sau porno balamuc (Bad Luck Banging or Loony Porn

Un video, diventato virale, mostra un uomo e una donna mentre fanno sesso indossando una maschera. La donna, identificata, è un’insegnante, che agli occhi dei suoi studenti e della società dovrebbe rappresentare un modello. Tutto ciò in uno stato post-socialista (ma forse varrebbe ovunque) scatena un discorso pubblico sui social network e sul loro corretto utilizzo, condito da tuttologi, pseudo-politici, falso sciovinismo e teorie del complotto. Ognuno esprime un’opinione e il dibattito su sesso consensuale e pornografia finisce in tribunale.

Abituato a esperimenti cinematografici innovativi, Radu Jude ha saputo tirar fuori dal suo personale universo un film intelligente e ironico: con un utilizzo della camera leggero ma preciso, nonché un umorismo frenetico nel mostrare la vita di tutti i giorni nelle strade di Bucarest, la prima parte del film suggerisce un possibile incontro tra cinema contemporaneo e fiction documentaria. La seconda parte è invece una serie sincopata di immagini laconiche e statiche: una sorta di enciclopedia di simboli del nostro tempo. Il finale, che pure rimane aperto, si concretizza in una discussione tenuta a scuola nella quale si giudica il diritto della protagonista di esistere.

una scena di Babardeală cu bucluc sau porno balamuc
Una scena di Babardeală cu bucluc sau porno balamuc
Silviu Ghetie / Micro Film 2021

Radu Jude

Nato nel 1977 in Romania, Radu Jude si laurea in Cinema presso Media University di Bucarest. Inizialmente assistente alla regia, passa a dirigere lavori propri con il corto The Tube with the Hat (2007). Il suo debutto The Happiest Girl in the World conquista l’attenzione internazionale. Nel 2015 vince l’Orso d’argento alla Berlinale con Aferim!. Nel 2017 partecipa al Festival di Locarno con il documentario The Dead Nation. I suoi lavori più recenti, Uppercase Print e The Exit of the Trains, hanno entrambi partecipato al 2020 Forum del festival berlinese.

 

Fabian oder Der Gang vor die Hunde (Fabian Going to the Dogs)

Berlino, 1931. In una società in fermento e corruzione, tra subaffitti, criminalità, bordelli che sono studi d’artista, nazisti che urlano per le strade e Babelsberg che sogna di produrre un “cinema psicologico”, Jakob Fabian, dottorando in studi germanici, di giorno scrive annunci pubblicitari mentre di notte frequenta i locali più stravaganti della città con l’amico Stephan Labude. Quest’ultimo, che più tardi confesserà d’aver fallito nella vita e nella professione, si mostra subito intraprendente nei confronti di comunismo e sesso, mentre Fabian rimane sobrio e distaccato in attesa, anche senza crederci fino in fondo, della “vittoria della decenza”. Il suo amore per Cornelia, raggio di speranza in un’esistenza pericolante, è l’unica cosa che mette in dubbio l’ironico fatalismo che lo contraddistingue.

Al di là di tutti i possibili parallelismi con il mondo d’oggi, portar fuori dall’ombra il tristissimo, autobiografico Fabian di Erich Kästner  tra i più importanti romanzi della Repubblica di Weimer è stata a tutti gli effetti una vera e propria sfida. Lo stile penetrante, attento, silenziosamente malinconico del regista Dominik Graf dà vita a un film che gira lento come una “strobosfera”, illuminando connessioni tra rapporti sessuali e frigo vuoti, o il disintegrarsi di un sogno di felicità.

una scena di Fabian
Una scena di Fabian oder Der Gang vor die Hunde
Hanno Lentz / Lupa Film

Dominik Graf 

Nato a Monaco di Baviera nel 1952, Dominik Graf ha studiato Film e televisione presso l’Università della città dal 1974 al 1980. Nel corso della sua carriera come regista e scrittore ha ricevuto numerosi premi tra cui numerosi Grimme Awards. I suoi lavori più noti sono Die Katze, Die Sieger, Hotte im Paradies e Die geliebten Schwestern, nonché le serie televisive Der Fahnder e Im Angesicht des Verbrechens.



Berlinale 2021
(1-5 marzo)

Albatros
cast cast & credits
 
Babardeala cu bucluc sau porno balamuc
cast cast & credits
 
Fabian oder Der Gang vor die Hunde
cast cast & credits
 






























regista
Xavier Beauvois























































regista
Radu Jude
Silviu Ghetie
























































regista
Dominik Graf
Caroline Link


 
Firenze University Press
tel. (+39) 055 2757700 - fax (+39) 055 2757712
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013