drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti

cerca in vai

I passi della danza. Indagini sulla creazione coreica, a cura di S. Onesti, Bari, Edizioni di Pagina, 2019 Libri

Il volume curato da Stefania Onesti propone una raccolta di saggi di studiosi di danza che contribuiscono a una riflessione comune sul tema del processo creativo nell’opera coreica, in un ambito cronologico che va dall’Illuminismo all’epoca post-moderna.

In apertura, il saggio della curatrice del volume si focalizza sul balletto Semiramide (1765) di Angiolini e Gluck, analizzando il procedimento di adattamento che portò dalla revisione del testo per la recitazione di Voltaire al libretto della rappresentazione viennese.

Il contributo di Elena Cervellati si trasferisce nell’Ottocento romantico ponendo l’attenzione sulla produzione coreica di Arthur Saint-Léon, in particolare sul metodo che il coreografo francese utilizzò nei suoi vari balletti per legare danza e pantomima; privilegiando senz’altro la prima, alla luce di quanto viene confermato anche dall’analisi del suo trattato sulla notazione coreica Sténochoréographie (1852).

Elena Randi sposta l’attenzione sull’importanza dell’espressione nella modern dance americana e nell’Ausdruckstanz tedesca, cercando di definire più che il processo creativo il risultato che gli artisti appartenenti a queste correnti (fra cui Duncan, St. Denis, Shawn, Laban, Nikolais, Limón) vollero ottenere attraverso la messa in scena degli archetipi e non del “reale”.

Il case study affrontato da Marco Argentina è Dances of Johann Sebastian Bach di Ted Shawn (1940): una sequenza di otto pezzi che si contraddistinguono come music visualizations, una sorta di “poemi gestuali”, costruiti sulla contaminazione della tecnica classica con quella della danza indiana dell’epoca.

Rossalla Mazzaglia conclude il volume con la post modern dance e il pensiero creativo di Trisha Brown, che abbandona l’espressività del contenuto per dedicarsi totalmente al movimento, alla struttura, alla forma, superando il concetto di coreografia a favore di quello di improvvisazione.

                                                            di Caterina Pagnini

 

Di seguito l'Indice del volume:


Elena Randi, Stefania Onesti, Introduzione

Stefania Onesti, Gasparo Angiolini. Appunti e riflessioni sopra la prassi scenica e modalità compositive: tre versioni della Semiramide

Elena Cervellati, La “cuisine du ballet” di Arthur Saint-Léon

Elena Randi, La creazione coreica come spazio di manifestazione dell’archetipo

Marco Argentina, Un caso di studio. Dances to the music of Johann Sebastian Bach di Ted Shawn

Rossella Mazzaglia, Dall’astrazione alla composizione: le macchine danzanti di Trisha Brown




 
I passi della danza. Indagini sulla creazione coreica

131 pp., euro 14,00

ISBN: 
978-88-7470-702-7

 
Firenze University Press
tel. (+39) 055 2757700 - fax (+39) 055 2757712
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013