drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti

cerca in vai

Lyda Borelli primadonna del Novecento Mostre d'arte

Dal 1 settembre al 15 novembre p. v. il Palazzo Cini di Venezia ospiterà una mostra dedicata all’attrice Lyda Borelli (1887-1959) a cura di Maria Ida Biggi. Una delle più affascinanti interpreti della scena italiana primo-novecentesca rivivrà attraverso rari e inediti documenti d’archivio.

Promossa dall’Istituto per il Teatro e il Melodramma della Fondazione Giorgio Cini, l’esposizione ripercorrerà le tappe salienti della carriera teatrale della Borelli, dai grandi successi sui palcoscenici italiani e internazionali alla consacrazione nel cinema fino al ritiro dalle scene nel 1918 in seguito al matrimonio con Vittorio Cini. La sua grande personalità di icona liberty e di donna emancipata (fu madrina della jupe-culotte, il primo pantalone femminile) sarà raccontata dagli scatti dei più grandi fotografi del tempo: Mario Nunes Vais, Arturo Varischi, Giovanni Artico, Emilio Sommariva, Attilio Badodi.

A far da corredo alla galleria fotografica tre abiti di scena indossati dall’attrice in tre diversi spettacoli, ricostruiti appositamente per la mostra dalla sartoria veneziana Atelier Nicolao. Una parte rilevante avranno le stereoscopie su lastre di vetro che riproporranno in un viaggio tridimensionale alcuni momenti privati della vita della diva, nonché la sua tournée in Sudamerica (1909-1910). Completeranno il percorso espositivo preziosi ritagli stampa, alcuni ritratti pittorici (tra i quali quelli di Ettore de Maria Bergler e di Maria Vinca) e un montaggio video con le sue interpretazioni cinematografiche a cura della Fondazione Cineteca Italiana di Milano.

Nei mesi di apertura della mostra si svolgerà la rassegna Lyda Borelli diva cinematografica (dal 4 settembre all’8 novembre), inaugurata dalla proiezione di Rapsodia satanica con esecuzione dal vivo della musica originale di Pietro Mascagni.

L’esposizione è il risultato di uno studio monografico i cui frutti sono confluiti nel volume fresco di stampa Il Teatro di Lyda Borelli, a cura della stessa Biggi e di Marianna Zannoni (per Alinari).

                                                                 di Gianluca Stefani



 
.

Venezia, Palazzo Cini,
Campo San Vio, 
Dorsoduro 864

1 settembre-15 novembre 2017

 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013