drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti

cerca in vai


Atti e Sipari
Semestrale di Teatro e Spettacolo

n.3, ottobre 2008, pp. 47, 5
ISSN ISSN 1973-5472

Due anni fa, il 13 dicembre 2006, presso i Laboratori DMS di Bologna all’interno del progetto “Teatro e attrici” si svolse un incontro con Ermanna Montanari fondatrice, con Marco Martinelli, del Teatro delle Albe di Ravenna. Atti & Sipari nel numero di ottobre propone la trascrizione della conversazione che ebbe luogo in quell’occasione. L’intervista realizzata da Gerardo Guccini partendo dalla lettura di alcuni testi della Montanari, ha permesso all’attrice di raccontare del suo lavoro, della sua formazione e della sua vita. Prima di essere pubblicata è stata corretta e ripulita dalle ripetizioni, è stato chiarito il senso di alcune domande perché, come riferisce lo stesso intervistatore, l’incontro fu molto intenso e Ermanna Montanari si mise “in una condizione di sincerità che si scontrava con i limiti del linguaggio”.

In questo numero Sotto la Lente si occupa delle drammaturghe in Europa, attraverso un attento percorso che oltre all’Italia coinvolge Francia, Spagna, Germania e Regno Unito. L’indagine sull’Italia prende avvio dalla consultazione del catalogo del Centro Nazionale per la Drammaturgia delle Donne di Calenzano che raccoglie testi teatrali scritti da donne, editi o no, che devono essere stati rappresentati almeno una volta. L’articolo si sofferma ad analizzare la scrittura scenica delle drammaturghe più conosciute ricercandone convergenze e differenze; tra i punti di maggior interesse si trova spesso in queste autrici la presenza di una “mancanza”, indicata già nel titolo, che riguarda le perdite affettive, l’assenza dei luoghi amati e la morte che si traduce a volte in personaggi femminili insoddisfatti e rappresentati a tinte forti ed estreme.

Scene dal Territorio si sofferma sul Festival Frontiere in Metamorfosi svoltosi presso La città del Teatro di Cascina (Pisa), il Festival Volterrateatro e il Festival Inequilibrio organizzato a Castiglioncello (Livorno). Tre festival toscani che nel corso dell’estate hanno dato l’opportunità di assistere a spettacoli di artisti stranieri, come nel caso, a Volterra, di Ron Cluchey con L’ultimo nastro di Krapp, o di giovani gruppi emergenti come Teatro Sotterraneo e EmmeA’Teatro a Castiglioncello. All’interno di questi eventi, inoltre, è sempre più sentita la necessità di non proporre unicamente la fruizione di spettacoli ma di coinvolgere gli spettatori in dibattiti, seminari e incontri con gli artisti su tematiche pertinenti al festival; quindi a Volterra sul teatro e il carcere e a Cascina sul teatro contemporaneo e l’interdisciplinarietà che spesso lo caratterizza.

La recente uscita del libro Le nozze alchemiche di Salomè. Oscar Wilde e la tradizione ermetica dell’anglista Alex R. Falzon permette a Francesco Petrocchi una riflessione più ampia sulla critica wildiana e sul ruolo dello scrittore nel panorama della letteratura anglofona. L’articolo prosegue entrando nel merito del libro di Falzon cioè il dramma scritto da Wilde in francese nel 1893 la Salomè e conclude con un excursus sulle più importanti messe in scena dell’opera in Italia e all’estero.

La stessa rubrica In Italia e nel Mondo si sposta in Francia a  l’Ecole International de Théàtre Jacques Lecoq fondata a Parigi il 5 dicembre del 1956 attraverso la testimonianza di Elisa Pezzini che ha frequentato la scuola del mimo francese per alcuni mesi nel 2007.

Nella parte finale della rivista si trova un’intervista al noto fotografo teatrale Maurizio Buscarino che dal 1987 si è avvicinato all’esperienze teatrali in carcere, prima a San Vittore a Milano e successivamente a Volterra con Armando Punzo.

Elena Peruzzo


La copertina della rivista

cast indice del volume


 
 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013