drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti

cerca in vai


Jacopo Serafini

E' colpa amore? Infelicità e prodigi di Elena Souliotis


Firenze, Le Lettere, 2008, p. 320 con foto (a colori e b/n), con cd audio, € 25,00
ISBN 8860871174
«Ha una voce stupenda, perfino migliore della mia». Sembra inverosimile, eppure queste parole, pronunciate da Maria Callas nei confronti di una più giovane collega della sua stessa nazionalità, sembrano oggi suggellare più che mai il passaggio di testimone tra due pesi massimi della lirica internazionale del Novecento.

La giovane promessa si chiamava Elena Souliotis, nata ad Atene nel 1943 e morta a Firenze nel 2004, grandissima voce del palcoscenico, forse caduta troppo presto nel dimenticatoio, come spesso è successo nella storia ad attori, cantanti e uomini di spettacolo ingiustamente oscurati da una stella a loro troppo vicina, troppo ingombrante. Eppure la Souliotis ha cercato una sua via: da grande artista ed intellettuale europea qual era, curiosa verso ogni forma di arte della scena, si è saputa ritagliare, durante una carriera difficile, piena di glorie, ma anche di inevitabili insidie, un suo spazio nella storia.

Jacopo Serafini (attore ronconiano, drammaturgo, poeta e saggista) ha saputo ridare, con questa bella biografia, nuova luce a questo spazio, a questo nuovo ruolo che deve essere storiograficamente ancora assegnato alla soprano greca. Con la passione e la dedizione di uno studioso, l’autore ha saputo ricostruire con efficacia la singolare carriera artistica della cantante, in un libro che si legge come un romanzo e in cui riaffiorano, soprattutto nella scrittura, suggestioni, colori, aneddoti, riflessioni culturali. Un pastiche stilistico appassionato e appassionante in cui Serafini "interiorizza" le vicende biografiche della Souliotis, restituendone al contempo una dimensione concreta, storica: incontri, personaggi, vicende, messe in scena, cronache del tempo, tutto diventa parte di un puzzle coerente e affascinante nel suo farsi racconto, più che semplice cronistoria.

Questo è un merito, quello cioè di saper coniugare un rigorosissimo lavoro d’archivio sui documenti a una scrittura non asettica, ma leggera e coinvolgente, senza cedere naturalmente alla superficialità. E’ così, allora, che le testimonianze scritte e orali lasciate dalla Souliotis prendono corpo nella mente del lettore come in un vecchio film in bianco e nero: l’infanzia trascorsa in Grecia, il debutto sui palcoscenici durante l’adolescenza, la gloria, arrivata forse troppo presto, da poco più che ventenne e le prime amarezza conosciute proprio in quel mondo del teatro così splendido eppure così spietatamente duro. E naturalmente poi l’incontro d’amore più importante della vita, quello avvenuto proprio a Firenze nel 1965, con quello che diventerà poi suo marito, il grande pianista Marcello Guerrini, in mezzo all’allestimento di due spettacoli, il Ballo in maschera e la Luisa Miller.

Come sempre succede quando la vita sia avvicina troppo al teatro e viceversa, nella storia della Souliotis vanno in scena anche dolorose separazioni: una proprio da Guerrini, l’altra, la più scottante, dal mondo che le aveva procurato fama e gloria, ma dal quale aveva ricevuto anche invidie, gelosie, tradimenti; il ritiro dalle scene, prematuro, avvenuto nel 1981 (l’anno della nascita della figlia Barbara), si accompagna all’isolamento scelto in una città splendida e difficile come Firenze. Una riconoscenza forse tradita (come spesso ha fatto questa città con le sue migliori intelligenze, nate qui o qui semplicemente adottate), e ora, prontamente recuperata post-mortem, con questo libro edito proprio nella nostra città.

Per chi si avvicinasse da neofita a questa forte personalità del mondo della lirica è di grande aiuto l'appendice alla fine del volume, con la dettagliatissima cronologia, il vasto apparato iconografico (foto a colori e in b/n della cantante durante gli spettacoli e nella vita privata) e soprattutto il cd audio, con la sua voce originale, in pezzi di repertorio ancora inediti, scoperti da Serafini nell’archivio privato di questa grande voce del Novecento.
Marco Luceri


Copertina del libro

cast indice del volume


 



 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013