drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti

cerca in vai


ADE Teatro
Revista trimestral de la Asociación de Directores de Escena de España

julio-septiembre 2006, n. 111, euro 8
ISSN ISSN 1133-8792
Questa uscita di «ADE Teatro» dà ampio spazio a due personalità che hanno segnato in modo indelebile la storia del teatro del Novecento. La parte centrale della rivista è infatti intitolata Harold Pinter y la ética de lo posible e si apre con la trascrizione del lungo ed appassionato discorso che Harold Pinter, malato di cancro, non ha potuto pronunciare di persona ma ha dovuto affidare a un video, trasmesso a Stoccolma il 7 dicembre scorso nella sala dove si è tenuta la conferenza di accettazione del Premio Nobel per la Letteratura 2005. Il testo inizia con una riflessione su realtà e finzione e termina con un duro, incalzante atto d'accusa contro la guerra in Iraq e la strategia americana di dominio mondiale. Il saggio di Mireia Aragay sottolinea come la passione per l'arte, per la verità e la politica abbiano contrassegnato la produzione teatrale del drammaturgo inglese, al punto che la sua opera può essere considerata una riflessione continua sulle relazioni che intercorrono fra questi tre termini.

Ignacio Ramon Gay affronta il tema della diversità e dell'alienazione sessuale nell'opera di Pinter, mentre Antonio Ballesteros González ed Enrique Herreras  si soffermano su due drammi in particolare, The caretaker (Il guardiano) e The dumb water (Il calapasti), entrambi del 1960, con riferimento alle più importanti messe in scena spagnole. Gli articoli di Lourdes Orozco e di Marcos Ordóñez si occupano rispettivamente delle rappresentazioni pinteriane in Inghilterra e in Spagna. Particolarmente degni di nota gli interventi di Xúlio Lago, María Ruiz, Vicente León e Denis Rafter: i quattro registi spagnoli raccontano il loro personale incontro con la scrittura di Pinter e propongono alcune riflessioni sugli allestimenti da loro diretti.

Nella sezione Samuel Beckett, cien años segnaliamo il contributo di Laura Cerrato sulla «contemporaneità» di Beckett, il saggio in cui Denis Rafter evidenzia gli elementi del teatro beckettiano derivati dallo spettacolo circense, gli Apuntes biográficos y bibliográfico sobre Samuel Beckett di Immaculada de Juan. Il dossier sull'autore irlandese ospita inoltre vari interventi su En attendant Godot e un dettagliata storia della fortuna dei suoi testi sui palcoscenici spagnoli curata da Antonia Rodríguez Gago.
Tommaso Assennato


copertina

cast indice del volume


 



 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013