drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti

cerca in vai

50° Festival Internazionale di Musica Contemporanea Festival
Dal 29 settembre al 7 ottobre si svolge a Venezia la cinquantesima edizione del festival dedicato alla musica contemporanea. Appuntamento ormai consolidato (e avvalorato quest'anno dall’assegnazione di Leoni d'oro per la Musica) è pensato non solo come una vetrina, ma anche come un laboratorio per l'esplorazione delle pratiche musicali contemporanee.

La direzione di Giorgio Battistelli offre un percorso sugli interrogativi che musica e filosofia si pongono vicendevolmente, per riflettere sul pensiero prima e della musica, ma soprattutto sul pensiero che è nella musica. Proprio alla necessità di riportare la musica nei dibattiti contemporanei e al tempo stesso di avvicinarla al pensiero nostro tempo, allude il titolo assegnato all’edizione di quest'anno, Va' pensiero. Una parte degli incontri previsti metterà quindi a confronto musicisti e filosofi, fra cui Massimo Cacciari, Emanuele Severino, Giacomo Manzoni, Peter Sloterdijk, Wolfgang Rihm, Enrico Grezzi.

Inaugura la manifestazione un'istallazione espressamente ideata per lo Spazio Cisterne dell'Arsenale da Brian Eno, inventore della musica ambient ed esponente dell'avanguardia pop, ospite per la prima volta della Biennale. Con Painting like music, una sorta di pittura sonora in costante evoluzione, combina attraverso un software suoni e immagini, ottenendo ogni volta un risultato coerente con i principi dati, ma non pronosticabile, specchio della percezione sempre diversa dei fruitori.

Ancora in apertura di Festival si colloca Symposion, guidato dal Klangforum Wien diretto da Johannes Kalitzkee e dal "simposiarca" Massimo Donà, un concerto lungo una nottata intera che all'ascolto alterna la degustazione di cibi e vini.

Un'esperienza unica è quella che promette Michel Redolfi, con La città liquida, un concerto "subacqueo" che invita il pubblico ad immergersi nel bacino della Piscina di S. Alvise, per ascoltare la musica attraverso il corpo. L'evento può essere seguito sul sito www.cittaliquida.com.

Il calendario prosegue con le prime esecuzioni italiane di Celestial Excursions, l'ultimo lavoro del pioniere dell’opera multimediale, l'americano Bob Ashley, e di Murmullos del Pàramo, opera da camera di Julio Estrada alla quale partecipa la nota vocalist Fàtima Miranda e il maestro di danza butho Ko Murobushi.

Domenica 1 ottobre è fissato il concerto dell'Orquesta de la Comunidad de Madrid, che verrà seguita nei giorni successivi dall'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l'Orchestra dell’Arena di Verona e l'Orchestra del Teatro La Fenice. Quest'ultima eseguirà la prima italiana di Fujic Project di Luigi Nono, appena riscoperto nell’Archivio Nono e fresco di esecuzione alla Biennale di Monaco.
Rasalīla, dal nome di una forma di danza sacra praticata nel nord dell'India, è il titolo della performance nata dalla collaborazione tra l'Ensemble Modern, uno dei più noti e più sperimentali ensemble di musica contemporanea, e alcuni grandi interpreti della musica classica indiana.

Wolfgang Rihm torna al tema della Passione con Vigilia la cui prima esecuzione italiana si terrà il 3 ottobre. I Neue Vocalsolisten, "acrobati" delle nuove possibilità compositive della voce, saranno protagonisti di due eventi: un concerto (previsto per il 4 ottobre) e Fama di Beat Furrer. Tra i numerosi altri appuntamenti si segnalano infine La conférence des oiseaux di Michaël Lévinas, opera da camera con l'Ensemble Itinéraire; Le Lamentationes che incrociano Gesualdo da Venosa e Klaus Huber; la performance audio video di Skoltz_Kolgen e quella del collettivo Cellule d'Intervention Metamkine, che riunisce musicisti e cineasti.

 
Il logo della manifestazione

50° Festival Internazionale di Musica Contemporanea

 
Firenze University Press
tel. (+39) 055 2757700 - fax (+39) 055 2757712
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013