drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti

cerca in vai

Atlante dell'Immaginario Cartelloni

Terra, mente e corpo questi i tre percorsi delle "maratone" cinematografiche che segneranno i giorni e le notti napoletane del 13-14-15 luglio. La rassegna fa parte del più ampio Progetto Italia nato nel 2003 con lo scopo di contribuire alla crescita del Paese. Quest’anno il viaggio patrocinato da Telecom tocca Pisa, Napoli e Verona. Maggio nella città toscana, luglio nel capoluogo partenopeo e settembre a Verona. Il viaggio mostra i luoghi più emblematici delle città scelte, in questi luoghi personaggi primari del mondo della cultura, della solidarietà, dello sport e della formazione hanno contribuito alla realizzazione di manifestazioni a ingresso gratuito che hanno trovato nell’intreccio delle diverse arti la loro caratteristica principale.

La seconda tappa del viaggio Telecom ha il titolo suggestivo di Atlante dell’Immaginario, è dedicata al cinema e ha come curatore Francesco Casetti che per orientarsi in questa tre giorni napoletana fornisce coordinate ben precise, tre "mappe" attraverso le quali si scopre come il cinema ha ridisegnato la geografia del mondo fisico, dei nostri stati mentali e la percezione del corpo umano. Da Il mucchio selvaggio a Lagaan, da Almodovar a Cronenberg, Bresson, Murnau e Pasolini, da Louise Brooks a Marlene Dietrich passando per Cary Grant…

Questi alcuni dei titoli, dei personaggi e dei volti che si incontreranno il 13, 14 e 15 luglio a Napoli. I luoghi scelti sono quelli della memoria antica o più moderna del capoluogo partenopeo: Salone Margherita, Cortile d’onore di palazzo reale, Teatro di corte di Palazzo Reale, Palazzo delle Arti di Napoli, Cinema Filangieri.

Al Filangieri le maratone cinematografiche proseguiranno fino a notte inoltrata. Ogni maratona avrà delle mappe, ogni mappa avrà delle tappe, ogni tappa potrà essere l’apertura su alcune possibilità.

Il primo giorno sarà dedicato alle mappe della terra, tre le maratone: dall’esplorazione de I punti cardinali alle sperimentazioni della spazialità moderna di Qui e altrove, senza trascurare il tema della conquista dello spazio della maratona intitolata Imprese.

Il secondo giorno si seguiranno le mappe della mente. Dove ci porterà la conoscenza della labilità dei confini tra i territori diversi dei nostri stati mentali? Che conseguenze ha avuto per l’uomo moderno quell’opera di messa in evidenza da parte del cinema della possibilità del sogno di sconfinare nella veglia o della visione oggettiva nell’immaginazione soggettiva? Molto probabilmente perdersi nelle infinite direzioni della maratona intitolata Labirinti mentali, le cui tappe saranno film nei quali sarà facile perdere l’orientamento, affrontare la parte oscura di sé di cui ci parleranno le pellicole della maratona Sfide e prove o, infine, credere di raggiungere un nuovo senso attraverso la magia dell’ars combinatoria del montaggio cinematografico celebrata nella maratona Illuminazioni, non farà altro che riportarci semplicemente alla voglia di nutrirci di cinema, alla sua esperienza.

Il terzo giorno sarà invece dedicato alle mappe del corpo. Le tre maratone Glamour, Mutazioni e Muscoli e nervi riveleranno i modi e i percorsi attraverso cui il cinema ha reso mitica la bellezza umana, non trascurando la possibilità di giocare con corpi mutanti, corpi al confine di due dimensioni e ponendo talvolta l’attenzione sulla verità della carne.

Anche al Salone Margherita, che per l’occasione riapre dopo anni di chiusura, le proiezioni proseguiranno senza sosta. Il luogo avrà un allestimento d’eccezione: il passato sarà il protagonista, nei corridoi una serie di gigantografie ci consentirà di conoscere (di ricordare) il salone com’era. Il salone sarà anche un museo dove si potrà essere guidati attraverso un percorso affascinante tra vecchi arredi, macchine d’epoca, luci e suoni del primo Novecento. Al centro una videoistallazione a più schermi combinerà la visione contemporanea di capolavori delle origini e film sperimentali, e ancora verso l’uscita il ritorno di luci e suoni d’ambiente. Sarà una vera immersione in un passato che nell’esplosione di immagini innescata dalle capacità combinatorie del cinema si salderà con il presente: Buster Keaton e John Belushi, Leni Riefenstahl e Brian De Palma, Luchino Visconti e Ciprì e Maresco.

Negli altri luoghi:

Al Cortile d’onore di palazzo Reale la rassegna Notti dell’Immaginario presentata da Vincenzo Mollica celebrerà tre stelle del cinema: Lucia Bosè e Aurore Clément il 13 luglio, Isabelle Huppert la sera del 14.

Al PAN, Palazzo delle Arti di Napoli verrà presentata una mostra di Dean Tavoularis, lo scenografo di origini greche lanciato dal film Bonny and Clyde di Arthur Penn. La carriera di Tavoularis è stata segnata da film memorabili: Piccolo Grande Uomo di Penn, Zabriskie Point di Antonioni, Il Padrino di Coppola e infine il suo capolavoro, Apocalypse Now. Per la prima volta verranno esposti al pubblico bozzetti, disegni e artworks del grande scenografo. E ancora, sempre al PAN Gianni Canova, Enrico Grezzi, Goffredo Fofi e Paolo Mereghetti discuteranno in tre giornate sulla professione del critico, mettendosi a disposizione del pubblico per eventuali domande e confronti.

Il Teatro di corte di Palazzo Reale vedrà invece l’anteprima italiana di Notre Musique, l’ultimo film di Jean Luc Godard.

E poi ancora Stewart Amstrong Copeland, Maggie Cardelus e Dj Spooky al Salone Margherita.

Stewart Amstrong Copeland, fondatore insieme a Sting dei Police, scrive attualmente colonne sonore per film e serie televisive. A Napoli il 13 luglio nel cortile d’onore di Palazzo reale presenterà The Police Inside Out, film sulla storia dei Police realizzato nel 2005.

Sempre il 13 luglio Dj Spooky, autore di Rhytm Science che gli ha fatto guadagnare nel 2004 negli USA il titolo di migliore scrittore dell’anno, presenterà uno studio musical sull’Homme Orchestre di Méliès.

Il 15 luglio al Salone Margherita Maggie Calderus, artista intermediale, presenterà Still Life, 7000 scatti montati in sequenza del suo studio in continua trasformazione.

Un viaggio denso, suscettibile di svilupparsi in innumerevoli direzioni e per questo infinito. Ciò è possibile grazie alla capacità che ha il cinema di ridisegnare l’immaginario dell’uomo, di regalarci, appunto, un nuovo atlante da percorrere con curiosità e la voglia di perdersi un poco (o anche tanto) nei labirinti della mente, del corpo e della terra. 

 





 
Galleria Umberto I di Napoli

IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI:
 

Giovedì 13 luglio MAPPE DELLA TERRA

PAN Palazzo delle Arti di Napoli / ore 11 – 19.30

Dean Tavoularis. un mito di HollYwood

11.00 Vernissage e proiezione de Il Mago di Hollywood di Clara e Robert Kuperberg (Fr 2003)

11.30 Workshop: Augusto Sainati con Dean Tavoularis

CRITICI A’ LA CARTE

18.00 Paolo Mereghetti

18.45 Goffredo Fofi

Salone Margherita / ore 15 – 21

cinema. L’alfa e l’omega

Installazione multimediale

Café chantant, cinematografo, biliardi

Lumière 1895 vs Lumière 1995

George Méliès vs Orson Welles

Zbig Rybczynski vs Sergej M. Ejzenstejn vs Luciano Salce

 

Palazzo Reale, Cortile d’Onore

Notti dell’Immaginario

21.30 Vincenzo Mollica presenta

Dean Tavoularis e Aurore Clément

I film raccontati da Antonio Scurati, Antonio Bassolino

22.30 DJ Spooky, sound & motion remix di L’Homme Orchestre di George Méliès (Fr 1900)

Ultimo spettacolo

24.00 Steve Della Casa intervista Stewart Copeland; a seguire

Everyone Stares: The Police Inside Out di Stewart Copeland (Usa 2005) anteprima europea 

Cinema Filangieri

Prima Maratona: Terra

Sala1 Imprese

16.30 Dove sognano le formiche verdi di Werner Herzog (Ger 1984)

18.30 Il mucchio selvaggio di Sam Peckinpah (Usa 1969)

20.30 Il silenzio sul mare di Takeshi Kitano (Giap 1994)

22.30 Lagaan di Shutosh Gowariker (India 2002)

Sala 2 Punti cardinali

17.00 Nanouk l’eschimese di Robert Flaherty (Usa 1922) *

18.00 In the Mood for Love di Wong Kar-Wai (Fr/HK 1999)

20.00 Il Destino di Youssef Chahine (Fr/Egitto 1997)

22.30 La rabbia giovane di Terrence Malick (Usa 1973)

Sala 3 Qui e altrove

16.30 La via del petrolio di Bernardo Bertolucci, episodio 2 Il viaggio

(It 1966) per gentile concessione della Cineteca Eni

17.30 Il mio viaggio in Italia di Martin Scorsese (It/Usa 1999)

22.00 Odessa di Leonardo Di Costanzo e Bruno Oliviero (It/Fr 2006) presenti gli autori

23.30 On Hitler’s Highway di Lech Kowalski (Fr 2002)

* copia proveniente della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale

 

 

Venerdì 14 luglio: MAPPE DELLA MENTE

PAN Palazzo delle Arti di Napoli / ore 9.30 – 19.30

Dean Tavoularis. UN MITO di HollYwood

11.30 Workshop: Emiliano Morreale con Daniele Gaglianone

CRITICI A’ LA CARTE

18.00 Gianni Canova

 

Salone Margherita / ore 11 – 21

Cinema. L’alfa e l’omega

Installazione multimediale

Café chantant, cinematografo, biliardi

Quay Brothers vs Jan Svankmajer

Zbig Rybczynski vs Surrealisti


 

Palazzo Reale, Cortile d’Onore

Notti dell’Immaginario

21.30 Vincenzo Mollica presenta

Lucia Bosè

I film raccontati da Luca Doninelli, Camilla Baresani, Pasquale Scimemi

22.30 Prima proiezione a Napoli: Amando A Maradona di Javier Vasquez (Arg 2005)

Ultimo spettacolo

24.00 Massimo Cavallaro, Diego Ruvidotti, Massimo Mainardi, Massimo Ciaccio, Gennaro Scarpato in concerto su Terra che brucia (documentari Panaria Film degli Anni ’40)

 

Cinema Filangieri

Seconda Maratona: Mente

Sala1 Labirinti mentali

16.30 Persona di Ingmar Bergman (Sv 1966)

18.15 L’angelo sterminatore di Luis Bu๑uel (Mex 1962)

20.00 eXistenZ di David Cronenberg (Ca/Gb 1999

22.00 La scala a chiocciola di Robert Siodmak (Usa 1946)

23.30 Matador di Pedro Almodovar (Sp 1986)

Sala2 Sfide e prove

17.00 Nosferatu di Friederich W. Murnau (Ger 1921) *

18.15 Un Re a New York di Charlie Chaplin (Gb 1957)

20.15 Mamma Roma di Pierpaolo Pasolini (It 1962) *

22.30 Un condannato a morte è fuggito di Robert Bresson (Fr 1956)

00.30 Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick (Usa 1999)

Sala 3 Illuminazioni

16.30 Che fai tu luna di Cristina Mazzavillani Muti (It 2005) – presente l’autrice

18.30 Un’ora sola ti vorrei di Alina Marazzi (It 2002)

19.30 L’ultima sequenza di Mario Sesti e La tivu di Fellini di Tatti Sanguineti (It 2004)

21.30 L’ultima utopia: la televisione secondo Roberto Rossellini di Jean-Louis Comolli (Fr/It 2005)

23.00 Twin Peaks di David Lynch (Usa 1990)

 

 

Sabato 15 luglio: MAPPE DEL CORPO

PAN Palazzo delle Arti di Napoli / ore 9.30 – 19.30

Dean Tavoularis. un mito di HollYwood

11.30 Workshop: Valerio Caprara con Mimmo Calopresti

CRITICI A’ LA CARTE

18.00 enrico ghezzi

Salone Margherita / ore 11 – 21

Cinema. L’alfa e l’omega

Installazione multimediale

Café chantant, cinematografo, biliardi

Buster Keaton vs John Belushi

Leni Riefenstahl vs Brian De Palma

Luchino Visconti vs Ciprì e Maresco (Gattopardo vs Gattoparve)

Still Life
di Maggie Cardelus

Palazzo Reale, Teatro di Corte

SERATA GODARD

19.30 Enrico Ghezzi presenta Notre Musique di Jean Luc Godard (Fr 2004) – anteprima nazionale

Palazzo Reale, Cortile d’Onore

Notti dell’Immaginario

21.30 Vincenzo Mollica presenta Isabelle Huppert

22.30 Lucio Dalla, Marco Alemanno e Davide Rondoni: "Don Chisciotte tra cinema, musica e poesia"

Ultimo spettacolo:

24.00 Art Zoyd, movie concert di Metropolis di Fritz Lang (Ger 1927)

Cinema Filangieri / Via Filangieri

Terza Maratona: Corpo

Sala 1 Il glamour

16.30 Il gabinetto delle figure di cera di Paul Leni (Ger 1923) *

17.30 Capitan Barbablù di Howard Hawks (Usa 1928) *

19.30 Shanghai Express di Erich Von Sternberg (Usa 1932) *

21.00 Cappello a cilindro di Mark Sandrich (Usa 1935) *

23.00 Intrigo Internazionale di Alfred Hitchcock (Usa 1959)

Sala 2 Mutazioni

17.00 Pinocchio di Giulio Antamoro (It 1911) *

18.00 Il bacio della pantera di Jacques Tourneur (Usa 1942)

19.30 Femmine folli di Eric Von Stroheim (Usa 1922)

21.30 La grande abbuffata di Marco Ferreri (Fr/It 1973) *

24.00 A qualcuno piace caldo di Billy Wilder (Usa 1959)

Sala 3 Muscoli e nervi

16.00 Maciste all’inferno di Riccardo Freda (It 1962) *

18.00 The Last Customer di Nanni Moretti (It 2002)

18.30 Glitterbug di Derek Jarman (Gb 1994)

20.00 La sposa cadavere di Tim Burton (Gb/Usa 2005)

21.30 A Huey P. Newton Story di Spike Lee (Usa 2001)

23.00 Flesh di Paul Morrissey (Usa 1968)



 
Firenze University Press
tel. (+39) 055 2757700 - fax (+39) 055 2757712
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013