drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti

cerca in vai

Gonzaga e l'impero Convegni

La Fondazione Mantova Capitale Europea dello Spettacolo - oggi intitolata a Umberto Artioli - ha organizzato il Convegno Internazionale di Studi I Gonzaga e l’Impero, Itinerari dello Spettacolo che si terrà al Teatro Bibiena di Mantova il 18 e 19 marzo 2005. Sarà questa l'occasione con cui la città di Mantova potrà ricordare Umberto Artioli, il docente universitario di Padova ma cittadino di Mantova che per anni è stato l'artefice della rinascita culturale della città e il promotore e direttore della fondazione dedicata allo studio dello Spettacolo. 

La mattina di venerdì 18, il gruppo di ricerca della Fondazione introdurrà il Progetto Herla (il cui nome è un omaggio al mantovano Herlequin, poi divenuto Arlecchino) che «si propone di reperire la documentazione sull'attività spettacolare patrocinata dai Gonzaga nell'epoca del loro massimo splendore (1480-1630) e di riunirla in un unico archivio elettronico». L'espressione  "attività spettacolare", intesa in senso lato, include il teatro di Corte come la Commedia dell'Arte, il melodramma come tutte le occasioni festive che prevedevano un allestimento scenico (dai banchetti nuziali alle celebrazioni funebri).

Il pomeriggio di venerdì 18 e il giorno successivo (sabato 19) saranno invece interamente dedicati alle relazioni di alcuni dei più grandi storici della Commedia dell'Arte, della musica e della società dell'epoca che si sono serviti di questo archivio per consultare i materiali necessari alle proprie ricerche. Il Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione, Siro Ferrone, la mattina di venerdì 18, presenterà il volume edito da Le Lettere I Gonzaga e l’Impero. Itinerari dello Spettacolo che raccoglie una selezione di materiali dell'Archivio Herla riguardanti i rapporti di Mantova con l'Impero Asburgico – che non è solo meta dei viaggi dei Comici ma anche luogo di riferimento per le ambizioni dinastiche dei Gonzaga - tra il 1560 e il 1630. I documenti catalogati in Herla sono estremamente eterogenei: volumi a stampa dei drammi rappresentati, cronache di inviati da altre corti, atti notarili, pagamenti agli artigiani che realizzavano le scene e corrispondenze di vario tipo (soprattutto tra le corti e i comici). Questa enorme mole di materiale attualmente si trova nei maggiori archivi europei (Parigi, Londra, Madrid, Vienna, Monaco, Lione, Lisbona, ecc.) e italiani. La sfida iniziale offerta dal progetto era proprio quella di costruire un database che permettesse di interrogare contemporaneamente tali dati per farli interagire – virtualmente - fra loro. Il progetto comporta anche la riproduzione microfilmata o fotostatica dei documenti analizzati: in tal modo l'archivio risulta sia multimediale che reale. Ed il giorno in cui la Fondazione aprirà al pubblico, gli studiosi potranno consultare le copie di tutti i documenti schedati.

Nel pomeriggio di venerdì 18 il Convegno – coordinato da Roberto Alonge – vedrà la partecipazione, fra gli altri, di Sara Mamone con la relazione Via di "Franza", via di "Alemagna" e di Roberto Tessari (Pratica e teoria scenica di Leone de' Sommi) mentre sabato 19, per limitarmi a fare due nomi, Herbert Seifert dell'Università di Vienna parlerà dei "Rapporti musicali tra i Gonzaga e le corti asburgiche austriache" e Anna Laura Bellina dell'Univeristà di Padova interverrà con una relazione intitolata A suon di musica da Cracovia a Lione. I trionfi del Cristianissimo Enrico III. Ad aprire il pomeriggio sarà la relazione (Viaggi teatrali tra l’inquisizione e il Sacco. Comici dell’arte di Mantova alle corti degli Asburgo d’Austria) di Otto Schindler dell'Università di Vienna. 

Chi volesse maggiori informazioni relative ai convegnisti coinvolti nelle due giornate mantovane (una ventina in tutto), può visitare il sito: www.capitalespettacolo.it. Al termine del Convegno, verrà inaugurato – alle 17 -  il Museo della città "San Sebastiano" e, la sera, presso il Teatro Minimo, avrà luogo lo spettacolo, tratto da Strindberg, Inferni/Interni diretto da Marco Panizza.

 


 
locandina
 





programma
completo




 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013