drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti
cerca in vai

Eduardo in stile Gomorra

di Sara Mamone
  Il Sindaco del Rione Sanità
Data di pubblicazione su web 22/08/2019  

A Napoli, nel rione Sanità, la giustizia dello Stato non entra. Le sue veci sono fatte da Antonio Barracano, autorevole uomo d’onore che, capace di distinguere tra gente perbene e delinquenti di varia taglia, riceve a casa sua come se fosse nel municipio del quartiere e, con l’aiuto di un medico che gli consente di nascondere alla giustizia ufficiale molti fatti di sangue, amministra a suo arbitrio la vita del quartiere e della varia umanità che lo popola. Il suo giudizio non è appellabile e un tacito patto impegna tutti gli abitanti a rispettarlo. Non è difficile vedere nel testo eduardiano della metà del secolo scorso potenti richiami alla doppia anima delle città odierne (e di Napoli in modo quasi antonomastico), con il registro legalitario e quello criminale che si intrecciano e spesso si sovrappongono. Poteva bastare. E invece l’adattamento cinematografico vuole fare di più, vuole intervenire a dimostrare con la devozione del discepolo l’apprezzamento per l’opera del grande.


Una scena del film
© Biennale Cinema 2019

Non sempre la devozione è però la miglior consigliera. In questo caso il desiderio del colto e esperto napoletano doc. Mario Martone di rendere omaggio al maestro Eduardo De Filippo lo porta a un’operazione che forse ottiene il contrario di quello che voleva dimostrare. Perché per affermare il valore del testo non si contenta di metterne alla prova la tenuta drammaturgica, che regge a meraviglia, ma ne vuol dimostrare l’attualità. Insomma fare con Eduardo quello che regolarmente si fa coi classici: attualità di Eschilo e di Racine o, ovviamente, di Shakespeare. Non è però un gran complimento, per dimostrare l’attualità di un classico di settant’anni fa, sentire il bisogno di intervenire così pesantemente come fa Martone, spiazzando completamente tutti i ruoli con il ringiovanimento del “sindaco” da settantacinque a quarant’anni e facendone, invece del discutibile ma filosofico sostituto del potere legale, un modernissimo capo camorrista e precipitandolo così nel filone “gomorresco”, con qualche eccesso che non spiacerebbe ai Manetti Brothers. Dimenticando Eduardo resta comunque nel film la forte cifra stilistica del regista: la scelta e la conduzione degli interpreti, il ritmo scattante delle battute, l’ambientazione che è forse la vera protagonista con l’onnipresenza del Vesuvio, monito perenne sulla precarietà della vita.




Il Sindaco del Rione Sanità
cast cast & credits
 



La locandina del film
 
Firenze University Press
tel. (+39) 055 2757700 - fax (+39) 055 2757712
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013