drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti
cerca in vai

Fabbrica Europa 2019.
Ottava settimana

di Lorena Vallieri
  Fabbrica Europa 2019. Ottava settimana
Data di pubblicazione su web 25/06/2019  

Black Hole

Shamel Pitts

Esperienza di arte performativa, Black Hole utilizza movimento, luci e arti visive non per un lavoro scientifico sul fenomeno dei buchi neri, come il titolo potrebbe suggerire, ma per creare un’atmosfera di mistero verso ciò che essi contengono e possono contenere. In altre parole: una  sorta di viaggio, un’odissea performativa colorata e ipnotica, ma senza via d’uscita.

Spettacoli:


18 e 19 giugno 2019, ore 21.00, PARC Performing Arts Research Centre Firenze 



Un momento dello spettacolo
Barak Aharon 

Shamel Pitts

Artista performativo, danzatore e insegnante, Shamel Pitts ha studiato alla Juilliard School ricevendo il Martha Hill Award per l’eccellenza nella danza. Ha iniziato la sua carriera con BJM_Danse Montreal e Hell’s Kitchen Dance di Mikhail Baryshnikov. Attualmente insegna alla Harvard University e alla Julliard School e si esibisce con Sharon Eyal e Gay Behar nella L-E-V Dance Company. Tra le sue creazioni originali la performance installativo/coreografica BLACK BOX: Little Black Book of RED, presentata in Brasile, Germania, Israele e Stati Uniti e Black Velvet: Architectures and Archetypes, in collaborazione con l’artista performativa Mirelle Martins.

 

Un solo

Cristina Kristal Rizzo

Presenza sempre attesa a Fabbrica Europa, per questa edizione Cristina Kristal Rizzo propone una versione in Solo di Verklärte Nacht (Notte trasfigurata) di Arnold Schönberg. La coreografa vi ricerca il rapporto più prossimo tra danza e musica, emancipando le potenzialità espressive del corpo, l’eleganza del gesto, la reversibilità che intercorre nello spazio tra impulso e decisione, tra determinazione e imprevisto in cui l’umano si esperisce come puro potenziale.

Spettacoli: 


19 e 20 giugno 2019, ore 19.00, PARC Performing Arts Research Centre Firenze



Un momento dello spettacolo
Ilaria Scarpa

Cristina Kristal Rizzo

Danzatrice, performer e coreografa, è una delle protagoniste della danza contemporanea italiana a partire dai primi anni Novanta. Si è formata a New York alla Martha Graham School of Contemporary Dance e ha frequentato gli studi di Merce Cunningham e Trisha Brown. In Italia ha collaborato con diverse realtà artistiche tra cui il Teatro Valdoca, Roberto Castello, Stoa/Claudia Castellucci, Mk, Virgilio Sieni Danza, Santasangre. Come coreografa ospite ha creato coreografie per i principali enti lirici e istituzioni teatrali italiane, tra i quali: il Maggio Musicale Fiorentino, il Balletto di Toscana Junior, Ater Balletto. È tra i fondatori di Kinkaleri, compagnia con la quale ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Dal 2008 ha intrapreso un percorso autonomo di produzione coreografica indirizzando la propria ricerca verso una riflessione teorica dal forte impatto dinamico tesa a rigenerare l’atto di creazione stesso e ad aprire riflessioni sul tempo presente. Alla circuitazione degli spettacoli si affianca una intensa attività di conferenze, laboratori e proposte sperimentali.


Kalsa

Giuseppe Muscarello

 

Ispirato a un emblematico quartiere di Palermo ancora oggi simbolo di coesistenza e di condivisione di uno spazio. Un palcoscenico che rappresenta il mondo e che ci porta a ricercare il punto originario della relazione interpersonale. Il racconto affidato esclusivamente alla fluidità e dinamicità del movimento e alla natura narrativa del gesto, sufficiente a rendere un corpo intelligente, consapevole che alzare muri non ha mai un epilogo felice poiché l’intero spazio che abitiamo, per quanto grande sia, è circoscritto e va incontrovertibilmente condiviso.

 

Spettacoli:

20 giugno 2019, ore 21.00, e 21 giugno, ore 19.00, PARC Performing Arts Research Centre Firenze


Un momento dello spettacolo
 Fabbrica Europa
 

 

BAU#1

 

Barbara Berti

 

 

La serie BAU Coreografia del pensare si basa su una ricerca che dialoga sia con la parte più istintiva dell’uomo, con il suo subconscio, sia con la percezione cosciente della realtà. Tale ricerca, iniziata da Barbara Berti nel 2013, ha dato vita a un metodo di lavoro applicato alla danza e alle arti performative, centrato sull’esplorazione delle connessioni invisibili tra corpo e mente, attivate in tempo reale dal performer e dagli spettatori in una sorta di interazione dialogica tra i rispettivi spazi interiori. Nello specifico BAU#1 parte dall’attenzione sui processi creati “dall’azione del pensare” e le intenzioni che tali processi possono produrre. Partendo da alcune pratiche legate alla meditazione, esplora in termini coreografici il disembodiment, nel creare, cercare e riconoscere il momento della separazione e del distacco tra l’azione del pensare e il pensiero stesso.

 

Spettacoli:


21 giugno 2019, ore 21.00, PARC Performing Arts Research Centre Firenze



Un momento dello spettacolo
Fabbrica Europa


Barbara Berti

Coreografa e danzatrice attiva tra l’Italia e Berlino. Dopo una formazione come graphic designer, si è avvicinata alla arti performative collaborando con performer e danzatori come Judith Seng, Tino Sehgal, Gabi Schilling, Isabelle Schad, l’istituzione Bauhaus. Contestualmente ha sviluppato una propria dimensione autoriale nella danza contemporanea, elaborata in un personale linguaggio coreografico grazie al contributo di discipline ibride quali instant composition, body-mind centering, meditazione e contact improvisation. Nel 2014 ha vinto il premio giuria del festival 100Grad Berlin HAU2 con I am a shape, in a shape, doing a shape, selezionato nella versione italiana alla Vetrina Gd’a 2016 e per il Premio Gd’a Giovane Danza d’Autore dell’Emilia-Romagna 2017. Nel 2017 ha ottenuto in ex-aequo il Premio Scenario con BAU#2 Dalla serie Coreografia del pensare.

 



Fabbrica Europa 2019. Ottava settimana
Black Hole
cast cast & credits
 
Un solo
cast cast & credits
 
Kalsa
cast cast & credits
 
BAU#1
cast cast & credits
 













Un momento dello spettacolo
Barak Aharon



























































































































Un momento dello spettacolo
Fabbrica Europa





















 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013