drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti
cerca in vai

Gospod postoi, imeto i' e Petrunija
Mr. Jones


(La redazione)
  Gospod postoi, imeto i' e Petrunija / Mr. Jones
Data di pubblicazione su web 09/02/2019  

Gospod postoi, imeto i e Petrunija (God exists, her name is Petrunya)

Petrunya ha trentuno anni ed è laureata in storia, titolo che sembra interessare davvero poco in Macedonia. Dopo aver fallito l’ennesimo colloquio di lavoro, diretta verso casa s’imbatte nel rituale dell’Epifania durante il quale ogni anno i giovani della città si tuffano nel fiume ghiacciato per ripescare la croce santa gettatavi dal sacerdote. La donna decide di partecipare all’impresa, in cui risulta la più veloce di tutti guadagnandosi il primo premio. Assediata dalle telecamere, per ventiquattro ore deve difendere la croce, accompagnata dal sostegno del pubblico, in un contesto difficile come quello della società maschilista del suo paese.

Il film offre una satira arrabbiata e al tempo stesso malinconica, non priva di affondi caustici ai rappresentanti della chiesa, della giustizia e dei media, per farci riflettere sui cambiamenti democratici della società macedone. La regista Teona Strugar Mitevska intende solidarizzare con tutte quelle donne determinate che tentano di ribellarsi alle tradizioni arcaiche e agli opportunismi paralizzanti.

Proiezioni:

Domenica 10 febbraio, ore 16:00, Berlinale Palast

Lunedì 11 febbraio, ore 09:30, Friedrichstadt-Palast

Lunedì 11 febbraio, ore 18:15, Friedrichstadt-Palast

Martedì 12 febbraio, ore 15:30, b-ware! Ladenkino, Berlinale Goes Kiez

Domenica 17 febbraio, ore 18:30, Haus der Berliner Festspiele


Una scena di Gospod postoi, imeto i' e Petrunija
© Sisters and Brother Mitevski

Teona Strugar Mitevska

Nata a Skopje in Macedonia nel 1974, vive a Bruxelles. Laureata in graphic design, ha studiato cinema alla Tisch School of the Arts di New York. Il suo lungometraggio Jas sum od Titov Veles (2008) è stato proiettato in oltre ottanta festival in tutto il mondo ottenendo oltre venti premi. Gestisce la società di produzione Sisters and Brother Mitevski con i fratelli Vuk e Labina. Fra le altre sue pellicole: Why is Betty Boop Angry (1999); Amer in Amerika (cortometraggio, 2000); Veta (cortometraggio, 2001); How I Killed a Saint (cortometraggio, 2004); Alerik (2012); The Woman Who Brushed Off Her Tears (2012); When the Day Had no Name (2017). 


Marzo 1933. Il giornalista gallese Gareth Jones prende un treno da Mosca con destinazione Kharkov, Ucraina. Arrivato in una piccola stazione locale, si mette in viaggio attraverso il paese sperimentando in prima persona gli orrori della carestia. Ovunque incontra morti, mentre gli agenti del servizio segreto sovietico sono impegnati a impedire che la notizia della catastrofe giunga all’attenzione pubblica. La collettivizzazione forzata dell’agricoltura da parte di Stalin ha portato la regione alla rovina generando le premesse per un vero e proprio sterminio di massa. Sostenuto da una giornalista del «New York Times», Jones riesce a diffondere in Occidente le scioccanti notizie sulla situazione ucraina.

Girato in Polonia, Scozia e Ucraina, il film si richiama al leggendario giornalista Gareth Jones (1905-1935), paladino della verità e della libertà di espressione contro l’ostracismo di regime. Fu proprio Jones, a quanto pare, ad aver ispirato Animal Farm del giovane George Orwell (1945).

Proiezioni:

Domenica 10 febbraio, ore 22:00, Berlinale Palast

Lunedì 11 febbraio, ore 15:00, Friedrichstadt-Palast

Lunedì 11 febbraio, ore 21:00, Friedrichstadt-Palast

Giovedì 14 febbraio, ore 12:00, Haus der Berliner Festspiele

Domenica 17 febbraio, ore 21:00, Haus der Berliner Festspiele


Una scena di Mr. Jones
© Robert Palka

Agnieszka Holland 

Nata a Varsavia nel 1948, si è diplomata alla scuola di cinema FAMU di Praga e ha iniziato la sua carriera come assistente regista di Krzysztof Zanussi Andrzej Wajda. Ha collaborato con Krzysztof Kieślowski alla sceneggiatura della celebre trilogia Three Colors (1993-1994). Ha realizzato oltre trenta film, ottenendo molti riconoscimenti fra cui il premio della critica al Festival di Cannes per Aktorzy prowincjonalni (1978), due candidature all’Oscar con Bittere Ernte (1985) categoria miglior film straniero e con Europa Europa (1990) per la migliore sceneggiatura non originale.


Berlinale 2019
(10/02)

God exists, her name is Petrunya
cast cast & credits
 
Mr. Jones
cast cast & credits
 



















































Teona Stugar Mitevska
© Sisters and Brother Mitevski





















































Agnieszka Holland
© Jacek Paremba





 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013