drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti
cerca in vai

Le intermittenze della memoria e la tenacia del cuore

di Sara Mamone
  The Leisure Seeker
Data di pubblicazione su web 04/09/2017  

Fin dal titolo, con discrezione, il film di Paolo Virzì promette di essere un film di Paolo Virzì, anche se in veste internazionale. Infatti il “cercatore di svago” è un vecchio camper che ha accompagnato per anni la vita vacanziera di una normalissima famiglia e che, dopo anni di malinconico stazionamento nel garage di casa, riacquista inaspettatamente tutta la sua forza di macchina del desiderio. Quando Ella e John, dopo una vita insieme, devono affrontare i problemi di una vecchiaia impietosa, supportata dall’affetto distratto di figli impegnati nelle proprie vite, decidono di opporsi a modo loro al percorso obbligato di cliniche, ospedali e case di riposo e partono, incoscienti e gioiosi, sulla mitica Old Route 1 con destinazione Kay West, dove raggiungeranno la casa di Hemingway, l’autore a cui lui, professore innamorato della letteratura americana, ha dedicato la vita e che costituisce ancora, per la sua mente assai vacillante, il punto fermo di ogni comunicazione. Sono decisi a vivere fino in fondo la loro storia d’amore, in cui la tenacia del cuore di lei si incrocia con le intermittenze della memoria di lui.

Una scena del film

Percorrono dunque con il loro veicolo anacronistico non tanto le strade di un’America sognata, quanto le tappe della loro vita, intrecciando ricordi, immagini, in un viaggio che fa emergere i ricordi più belli delle esperienze in comune, con i figli bambini e un mondo aperto alla speranza. L’America di oggi non è più la loro in nessun senso (si veda l’episodio, fastidiosamente didascalico e attualizzante, di una manifestazione pro-Trump che pretende di allargare gli orizzonti di una vicenda che è invece riuscita proprio perché individuale, escludente il resto del mondo). Ma loro sono ancora vivi, capaci di ridere, amare, stare insieme. Finché sarà possibile, finché la malattia di lei non renderà ingestibile anche la malattia di lui. E allora, dolcemente, dopo tanto amore e tanta gioia sarà lei, come aveva sempre fatto nelle occasioni importanti della vita, a decidere per entrambi: con discrezione e fermezza.

Una scena del film

Che si tratti del primo film americano di Virzì o dell’ultimo film italiano di Virzì non fa a nostro avviso una gran differenza: lo stile è quello, oggi inconfondibile, del regista livornese che sa andare al fondo dei sentimenti umani, che hanno il gran privilegio di essere gli stessi un po’ dappertutto, sia che percorrano la mitica Route 1 che la non meno mitica (storicamente ma pure cinematograficamente) Strada statale 1 Aurelia. Che dire degli interpreti che sono la vera ragione di questo film? Che sono Donald Sutherland ed Ellen Mirren, che si potrebbero definire attori universali, capaci di virtuosismi ma anche maestri nell’arte delle sfumature oltre che perfettamente a loro agio in questa complicità nell’immersione senile. Perfetto l’uno, all’apice dell’autocoscienza dei suoi meriti lei.


The Leisure Seeker
cast cast & credits
 






Il regista Paolo Virzì

 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013