drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti
cerca in vai

Il tocco di Maupassant nella voce di Huppert

di Michele Manzotti
  Isabelle Huppert legge Maupassant
Data di pubblicazione su web 21/04/2017  

Minuta d’aspetto, ma gigante quando recita e quando saluta il pubblico riempiendo con la sua personalità tutto il palcoscenico, Isabelle Huppert, una delle glorie di Francia, candidata agli ultimi premi Oscar, ha di fatto imposto la sua arte in un recital dedicato ai racconti di Guy De Maupassant. Uno di questi, La parure, ha dato il titolo allo spettacolo andato in scena al teatro Cucinelli di Solomeo (Perugia), per il quale era stato preparato in esclusiva italiana. Pagine dal sapore antico, ma al tempo stesso fortemente attuali per la loro propensione a mettere in gioco i sentimenti umani, le situazioni facili che diventano difficili e viceversa, un paese alle prese con lo sviluppo ma ancorato alle tradizioni.

Maupassant, si sa, è considerato uno dei padri del racconto moderno. Impiegato ministeriale, coltivò il sacro fuoco della scrittura. Tra il 1880 il 1890 scrisse ben trecento racconti, sei romanzi e numerose opere minori. Ogni mese inoltre pubblicava almeno due storie per altrettanti giornali, il «Gaulois» e il «Gil Blas». Bel Ami fu ristampato trentasette volte in quattro mesi e, a partire dal 1885, furono tantissimi i racconti che raggiunsero un pubblico molto vasto.

Da questo repertorio letterario, Huppert ha tratto cinque racconti: La confessione, Il padre, Il papà di Simon, I gioielli e appunto La parure. Lo stile della recitazione dell’attrice pone l’accento su una ambientazione popolare raccontata da un letterato colto e sensibile. Il realismo di Maupassant nasce spesso dal disgusto nei confronti dell’ipocrisia, dell’opportunismo, delle meschinità della piccola borghesia. Per questo lo scrittore mostra un’attenzione particolare per i problemi dei più deboli. Madame Huppert si muove perfettamente in questo mondo di disincantata ironia. Sa dare voci alle ambizioni dei piccoli borghesi così come alle vicende del mondo rurale. La leggerezza di tocco della scrittura rivive nella sua voce che non perde mai un fascino valorizzato dalla sonorità della lingua francese (la comprensione è facilitata dai sopratitoli in italiano).

Un successo annunciato forse, ma consolidato solo racconto dopo racconto sino al trionfo finale: attimi in cui l’attrice ha la consapevolezza di aver compiuto in scena non solo un dovere ma anche un’operazione culturale tutt’altro che scontata. Con gli applausi convinti del pubblico a far comprendere che la mèta è stata raggiunta.



La parure. Isabelle Huppert legge Maupassant
cast cast & credits
 




La locandina dello spettacolo andato in scena al Teatro Cucinelli di Solomeo (Perugia)


 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013