drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti
cerca in vai

Luca Barbareschi, l’ultimo Gattopardo

di Albarosa Camaldo
  Bianca Guaccero e Luca Barbareschi
Data di pubblicazione su web 21/11/2006  

Sontuoso e spettacolare l'allestimento di Il sogno del Principe di Salina: l'ultimo Gattopardo ideato e diretto da Andrea Battistini. Il regista ha recuperato nell'archivio di Giuseppe Tomasi di Lampedusa - grazie all'intervento del figlio Gioachino - appunti, lettere fotografie relative al fatto di cronaca a cui si era ispirato lo scrittore per la stesura del suo celeberrimo romanzo, Il Gattopardo. Battistini non si è lasciato intimorire né dalla fama del romanzo, né dallo splendore del film diretto da Luchino Visconti che ha reso immortale nell'immaginario collettivo i personaggi del romanzo, ma si è attenuto al pre-testo, cioè ai materiali che stanno a monte della stesura di Tomasi di Lampedusa e perciò anche del film, basandosi quindi sulle fonti dirette inedite così da riprodurre i veri personaggi storici e non solo quelli letterari.

La trama è nota: in una Sicilia in subbuglio per lo sbarco dei Mille si consumano le vicende private del principe Fabrizio Corbera (Barbareschi), rappresentante della nobiltà feudale e decadente, che si scontra con la nuova borghesia rampante e assiste impotente al crollo della sua casta, tanto da accettare il matrimonio del nipote Tancredi (Alfredo Angelici) con la bella Angelica (Bianca Guaccero), figlia di un arricchito (Totò Onnis).

 

Luca Barbareschi
Luca Barbareschi


 

Accurati sono i costumi di Andrea Viotti e attenta ad ogni dettaglio d'epoca è la scenografia di Carmelo Giammello che riproduce i numerosi ambienti in dieci scene dal taglio cinematografico grazie all'utilizzo di quinte a scorrimento che creano i vari luoghi: il salotto, la sala da ballo, ecc. Geniale l'idea di inclinare il palcoscenico verso la platea come se i mobili e gli attori dovessero franare da un momento all'altro sul pubblico così da dare meglio l'idea dell'inesorabile decadimento di un mondo e del tramonto di un'epoca. Un altro tentativo di spiazzare lo spettatore è l'interpretazione ironica voluta per i personaggi e l'inserimento di numerose gag come quelle tra il principe e il parvenu Calogero Sedara di Totò Onnis, attore dalla mimica particolare, o come le divertenti discussioni tra Fabrizio e sua moglie, una espressiva e vivace Alessandra Schiavoni. Intensa l’interpretazione di Giorgia Di Giovanni che è la figlia Concetta delusa dall'amore non corrisposto per Tancredi. Bianca Guaccero si cimenta nel ruolo di Angelica attribuendole grazia e spontaneità, pur apparendo solo in un paio di scene.

Luca Barabareschi ha caratterizzato il protagonista come un "burbero benefico", volendo sottolinearne l'ironia finalizzata a stemperare l'aggressività insita nel suo temperamento, ma non attribuisce sufficiente intensità alle scene drammatiche che sono tratteggiate con un'intonazione patetica non consona alla maestosità di Fabrizio. L'attore si concentra sulla malinconia del Gattopardo che si trova di fronte a un mondo che sta cambiando e in cui non si riconosce più e pertanto reagisce ora deridendolo, ora soffrendone. Comica è la scena in cui Fabrizio accetta di ricevere l'arricchito padre di Angelica che entra a palazzo con un frac fuori luogo suscitando le risate dei nobili che lo guardano arrivare dalla finestra del palazzo. Barbareschi alterna poi intonazioni più serie quando confronta il suo pensiero laico con quello religioso di padre Pirrone (Guglielmo Guidi) o quando dialoga delle trasformazioni politiche con Chevalley (Emiliano Iovine) o nella famosa scena del ballo con Angelica che, con la sua vitalità, lo fa riflettere per contrasto sull'approssimarsi della fine della sua vita.

Tutta la piéce, come la recitazione di Barbareschi, si mantiene in bilico tra le tinte da commedia brillante e quelle da feuilleton, risultando proprio per questo piacevole per il pubblico.  

  

 



Il sogno del Principe di Salina: l'ultimo Gattopardo
cast cast & credits
 


Luca Barbareschi
Luca Barbareschi



 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013