logo drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | I lettori scrivono | Link | Contatti
logo

cerca in vai

 
Torna alla bacheca


La gran... vergogna!
(La Gran Croce ai cantanti)


Istituito con la legge 3 marzo 1951, n. 178 (G.U. n. 73 del 30 marzo 1951), è il primo fra gli Ordini nazionali ed è destinato a «ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari».

Bene... mi dica il Presidente Ciampi quale di queste «benemerenze» un Ramazzotti, una Pausini o uno Zucchero ci hanno regalato... lascio un poco in disparte Bocelli perché perlomeno la sua attività di cantante è legata ad un genere classico e lirico che fa parte della tradizione Italiana... ma gli altri tre? Forse la Gran Croce, se proprio era obbligatorio (???) avrebbero dovuto darla ad un Lucio Battisti che ha rivoluzionato la musica italiana trasformandola in poesia... e che probabilmente salendo su un palco non avrebbe spiccicato parola come suo solito, schivo com'era, ma perlomeno non avrebbe offeso nessuno... soprattutto il buongusto di alcuni di noi (pochi ormai?).

Povera Italia se i cantanti che ci restano sono questi...

Un saluto

Patrizia B.

Invia una lettera alla redazione

Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013