logo drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | I lettori scrivono | Link | Contatti
logo

cerca in vai

 
Torna alla bacheca


Con la pentola in testa, davanti alla tv

Ho recentemente scoperto il vostro sito in una maniera del tutto casuale (pardon!), e improvvisamente mi sono ritrovato a leggere recensioni verosimili e dissacranti su grandi e piccoli programmi televisivi. Non posso non confessarvi che le vostre recensioni (non tutte) mi fanno sganasciare dalle risate, sia per lo stile che utilizzate nella stesura, che per la loro disarmante realtà. Tanto è vero che, per non ridere da solo, invio le pagine del vostro sito via e-mail ai miei amici. A casa nostra la televisione viene ripartita equamente; si cerca di accontentare un po' tutti, come è naturale che sia. Quando, infatti, qualcuno vuole vedere un programma che a me non piace (uno a caso: Al Posto Tuo - Rai 2) io, molto democraticamente, mi chiudo in camera, mi infilo una pentola in testa e ci batto sopra con un mestolo di legno per non essere costretto a sentire. Credo bastino queste poche parole per farvi capire cosa penso di certi "talk show". Tuttavia mi sorge spontaneo chiedermi: cosa ne penserà drammaturgia.it di "Al Posto Tuo"? Se farete una recensione su questo programma (o se l'avete già fatta) vi prego di farmelo sapere subito.

Grazie e complimenti per il vostro lavoro

Claudio Ninna

-------------------------------------------------

Il critico risponde


La sua lettera, oltre che intelligente, è divertente: cosa che noi come sa apprezziamo moltissimo. Quello di cui infatti spesso accusiamo la Tv è di non essere né l'una né l'altra. Inoltre, lei offre un notevole esempio di come operare con la Tv: con una pentola in testa e un mestolo a batterci sopra. Ma, naturalmente, da sistemare non sul capo dello spettatore, ma di quelli che ci ammorbano i pomeriggi, le serate e la mattinate. Quanto alla D'Eusanio, è stata già servita a dovere: può rendersene conto cliccando sulle recensioni dell'anno scorso. Grazie - e ogni tanto si tolga la pentola per leggerci...

Roberto Fedi

Invia una lettera alla redazione

Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013