logo drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | I lettori scrivono | Link | Contatti
logo

cerca in vai

 
Torna alla bacheca


Osservazioni sul Segreto di Mussolini

Egr. Redazione di www.drammaturgia.it
 
leggo il Vs/articolo, datato 2005, di Roberto Fedi, intitolato Benito Mussolini jr .
Sinceramente, se Voi ritenete che un documentario come quello di cui sopra, peraltro costruito ignorando squarci interi di realtà, possa costituire una pietra miliare del giornalismo, auguri. Il problema per chi come Voi è animato non da sincero spirito conoscitivo, ma solo da faziosità e partigianerie, è quello di riuscire un giorno ad uscire dalla vulgata demonizzatrice postbellica. Voi, come il sig. Roberto Fedi e l'80% del benpensantismo giornalistico-universitario-massmediatico italiota che vi fa bella compagnia nell'Italietta prodiano-berlusconiana, siete più che mai regime. Regime oscurantista, che non è minimamente interessato alla ricerca della verità storica, ammesso, e non concesso, che questa possa etichettarsi di colore politico, che intende solo perpetuare la propria ragion d'essere esclusivamente per usare la Storia a fini di intossicazione ideologica ed emotività politica. Ma questa non è una novità. La prima vittima di ogni guerra è sempre la verità. Vae Victis! E Voi, illustre redazione di www.drammaturgia.it, non fate eccezione. Noto un solo intento nell'estensore del Vs/articolo: la persecuzione eterna del "vinto".
Congratulazioni. Ma se riflettete, l'obiettivo del sig. Fedi è chiaro: produrre droga disinformativa per generare intolleranza culturale.
Contenti voi....
 
Ah, dimenticavo: la vicenda, tragica, di Benito Albino Mussolini ed Ida Dalser, è molto più complessa di come la RAI l'ha ricostruita e di come Marco Bellocchio la renderà sugli schermi nel 2009.
 
Cordialmente
Alessandro De Felice
www.alessandrodefelice.it









Alessandro De Felice

-------------------------------------------------



Egregio lettore,
  grazie intanto per aver consultato la nostra rivista web, anche per il pregresso: l'articolo a cui lei si riferisce - o forse lei vorrebbe che le dessi del Voi - è addirittura del 2005. Si vede che se ne è accorto tardi. Comunque: visto che ha avuto tre anni per pensarci, avrebbe almeno potuto trovare qualche argomento. Che, nella sua lettera di semi-insulti, non c'è: evidentemente perché non ci poteva essere. Quindi io rimango della mia idea, e lei della sua. Ma, io, con qualche argomento. E lei no.
Buon Natale.
Roberto Fedi


Roberto Fedi

Invia una lettera alla redazione

Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013